Covid, il Governo cambia ancora le regole: novità su Green Pass e quarantene

Ennesima stretta del Governo in merito alle norme anti-Covid: nuovo decreto sull’utilizzo del Green Pass e sul rispetto della quarantena

Covid
Nuovo decreto anti-Covid (GettyImages)

Questo 31 dicembre si apre con la pubblicazione di un decreto del Governo in merito alle nuove regole per arginare il Covid. L’incremento dei positivi e l’avanzare del contagio ha costretto gli organi legislativi ad intervenire per aggiornare le misure contro il virus che tiene da ormai due anni sotto scacco tutto il mondo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Federica Panicucci, costretta a correre ai ripari: situazione complicatissima

Novità che si attendevano ormai da giorni e che spingono la popolazione a fare nuove valutazioni in vista delle prossime settimane. Grandi cambiamenti sono previsti su due argomenti in particolare ovvero l’utilizzo del Green Pass e le regole della quarantena. La situazione cambia infatti radicalmente e con grandi differenze tra soggetti non vaccinati e vaccinati.

Covid, le nuove regole anti contagio: tutti i dettagli

Nuove regole antic-Covid (GettyImages)

Il nuovo decreto del Governo rappresenta una vera e propria stretta per quanto riguarda il Green Pass rafforzato che diviene obbligatorio in determinate situazioni ed attività. Sarà necessario per accedere alle strutture alberghiere, per feste religiose e civili, per sagre, congressi e ristorazione anche all’aperto. Inoltre sarà necessario per accedere agli impianti turistico-commerciali, per entrare in palestra, piscina e per gli sport di squadra. Infine, risulta essere fondamentale anche per accedere ai mezzi pubblici compreso il trasporto regionale e locale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> “Il 14 o il 17 me ne vado”: annuncio shock, abbandona il Grande Fratello Vip

Lo stesso decreto ha poi evidenziato quelle che saranno le nuove regole in merito alla quarantena ed anche in questo caso ci sono sostanziali differenze tra coloro che si sono sono sottoposti al vaccino e chi rientra ancora nella categoria dei non vaccinati. Se i contatti con un positivo rientrano nei 120 giorni dopo il vaccino o la guarigione allora non è richiesta la quarantena precauzionale se asintomatico: sarà obbligatorio solo indossare la mascherina FFP2 e fare un test di controllo cinque giorni dopo i contatti.

Per chi invece si è sottoposto al vaccino da oltre 120 giorni al momento del contatto con un positivo, la quarantena dovrà essere obbligatoria per almeno 5 giorni: necessario comunque in questo caso un test molecolare per scongiurare la positività. Nessun sostanziale cambiamento invece per coloro che presentano dei sintomi o per coloro che non sono vaccinati: quarantena obbligatoria e test molecolare. Un decreto che quindi sembra puntare molto sull’auto-sorveglianza e sul buon senso dei cittadini stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.