Sanremo 2022, non vuole il suo ritorno: bocciatura senza appello per Fiorello

In attesa di scoprire chi sarà la spalla di Amadeus durante Sanremo 2022, arriva una bocciatura pesante per il possibile ritorno di Fiorello. 

Sanremo 2022 bocciatura Fiorello
Amadeus, Sanremo 2021 – Fonte: Getty Images

Uno dei rebus più importanti da sciogliere per la prossima edizione di Sanremo è quello della spalla da affiancare ad Amadeus. In molti vorrebbe il ritorno di Fiorello, ma c’è chi invece boccia questa eventualità, chiedendo nuovi volti da portare sul palco dell’Ariston.

Tra questi c’è il giornalista Alessandro Cecchi Paone, che nella sua rubrica sul settimanale Nuovo Tv ha espresso in maniera molto chiara le sue idee su quello che dovrebbe essere Sanremo 2022.

Inoltre il giornalista si è detto favorevole a due nomi in particolare, tra quelli che circolano ormai da settimane come possibili co-conduttori del Festival della Canzone Italiana.

Potrebbe interessarti – “Ho salvato Sanremo”: Pippo Baudo svela tutto, retroscena spaventoso

Sanremo 2022, bocciatura per Fiorello: “Svecchiare e ringiovanire”

Rispondendo a una lettrice di Nuovo Tv, Cecchi Paone ha dimostrato di avere le idee chiare su quello che dovrebbe essere il futuro di Sanremo. “La strada è segnata. Le parole d’ordine saranno svecchiare e ringiovanire, specialmente nell’offerta musicale”, ha dichiarato il giornalista.

In questo modo Cecchi Paone dimostra di aver apprezzato il lavoro già svolto da Amadeus nella veste di direttore artistico delle ultime due edizioni del Festival. Il conduttore ha portato sul palco dell’Ariston la modernità dei giovani, e i Maneskin ne sono l’esempio lampante.

Potrebbe interessarti – Sanremo 2022, pronta l’invasione: i campioni di Amici sul palco dell’Ariston

Per Cecchi Paone è questa la strada da seguire, e anzi, si dice sicuro del fatto che ciò accadrà anche nella prossima edizione. “Amadeus insisterà sulle contaminazioni tra tradizione e contemporaneità”, ribadisce il giornalista, che poi esprime le sue preferenze in merito a chi dovrebbe accompagnare Amadeus nella conduzione.

“Spero tocchi a Chiara Ferragni. E poi ci vedrei bene anche Giulia De Lellis”, rivela Cecchi Paone, che in questo modo liquida Fiorello, favorendo due nomi che oltre a rappresentare una novità assoluta, sarebbero molto più vicini al gusto delle nuove generazioni.