Caos vaccini, Johnson & Johnson riservato agli over 60? Conseguenze disastrose

Dopo lo stop deciso negli Usa, bloccata la fornitura del vaccino Johnson & Johnson anche in Europa: ipotesi somministrazione solo per gli over 60

vaccino johnson & johnson
Da valutare le conseguenze sulla campagna vaccinale dopo lo stop al vaccino J&J (Getty Images)

L’Europa sta riorganizzando la propria campagna vaccinale a seguito dello stop al vaccino Johnson & Johnson negli Usa e il conseguente blocco precauzionale anche in UE. L’agenzia del farmaco statunitense ha preso questa decisione a seguito di alcuni rarissimi casi di trombosi diagnosticati dopo la somministrazione del vaccino J&J e ora, in attesa di nuovi accertamenti, l’azienda stessa ha rimandato l’arrivo in Europa delle 55 milioni di dosi previste. Una decisione che costringe l’Europa, e l’Italia, a rivedere profondamente quelle che erano le previsioni per la campagna vaccinale. L’UE stava puntando molto su questo vaccino, considerando il fatto che non ha bisogno della seconda somministrazione.

Leggi anche – Danneggiate 15 milioni di dosi di vaccino Johnson & Johnson: errore umano nello stabilimento USA

Ora il nostro governo sta valutando il da farsi e lo stesso ministro Speranza è in continuo contatto con le autorità scientifiche per decidere la strategia. L’ipotesi al momento più accreditata vede, una volta che saranno sbloccate le dosi del vaccino J&J, una limitazione della somministrazione ai soggetti over 60. Come per AstraZeneca, infatti, i problemi di trombosi registrati, 6 su più di 7 milioni di somministrazioni, si sono verificati su soggetti fra i 18 e i 48 anni.

Leggi anche – Europei 2021, arriva l’ok del Governo: le regole per le partite in Italia

Se l’arrivo delle dosi di vaccino J&J non dovesse sbloccarsi presto, però, l’Italia potrebbe avere seri problemi di approvvigionamento. Il blocco attuale non rappresenta un problema troppo grave, con circa 184 mila dosi bloccate ma la situazione va risolta. Infatti, fra aprile e giugno è previsto l’arrivo di più di 7 milioni di dosi nel nostro paese.

“È un vaccino importante”: l’ottimismo di Speranza

johnson & johnson over 60
Speranza si confronta con Aifa ed Ema (Getty Images)

Il ministro della Salute Speranza, in costante contatto con l’agenzia del farmaco, si dimostra ottimista sulla risoluzione della situazione. “Penso sia un vaccino importante che va utilizzato” dice ospite da Porta a Porta, insistendo sulla natura precauzionale dei provvedimenti di blocco. Il ministro conferma che si aspettano conferme dagli Usa. Ma ad oggi l’ipotesi di optare per la somministrazione del vaccino Johnson & Johnson solo agli over 60 è sempre più concreta.

Leggi anche – J-Ax perde la pazienza dopo il Covid: sclero totale e attacco pesantissimo

Il ministro poi si spende nel ribadire che il blocco è solamente temporaneo e che, completati gli accertamenti, si riprenderà con la distribuzione. Ma intanto il contratto con la J&J e AstraZeneca potrebbe non essere rinnovato per il prossimo anno.