“È successo quello che temevo”: Uomini e Donne, brutta notizia per la tronista

Brutta notizia per una famosa ex tronista di Uomini e Donne, racconta il tragico accaduto sui social network 

Uomini e Donne (studio Mediaset)
Uomini e Donne (studio Mediaset)

Parliamo di Rosa Perrotta, tronista di Uomini e Donne di qualche anno fa. L‘influencer è ancora fidanzata con Pietro Tartaglione, suo corteggiatore: entrambi hanno deciso di mettere su una famiglia, adesso convivono in una casa loro con due splendidi bambini.

È stata proprio Rosa ad annunciarlo sul suo profilo social: queste feste sono state molto turbolente in casa Tartaglione per via di una brutta malattia che ha contagiato il nuovo nato. 

A quanto pare a portare in casa la bronchiolite è stato il fratello più grande, contraendola al parco giochi. “Siamo stati attenti a non farlo stare troppo con gli altri bambini ma alla fine è successo quello che temevo” ha spiegato mamma Rosa sul suo profilo Instagram. Ma vediamo nello specifico cosa ha raccontato.

Potrebbe interessarti anche >>“Pensava di crearsi una storia”: Nathalie Caldonazzo smascherata, aveva già pensato a tutto

Rosa Perrotta preoccupata per il piccolo, l’ex tronista di Uomini e Donne racconta la malattia

Rosa-Perrotta-Fonte-Instagram
Rosa-Perrotta-Fonte-Instagram

“Il bambino va super visionato h24, c’è questa tosse brutta. Ogni volta che mangia c’è possibilità di rigurgito insieme ai muchi, c’è possibilità di disidratazione perché il bambino ha meno appetito e tende a vomitare” ha spiegato disperata Rosa Perrotta.

“Brutto, brutto, brutto non lo auguro a nessuno. Comunque stiamo affrontando questa cosa con estrema positività guardiamo il bicchiere mezzo pieno” ha continuato lo sfogo la Perrotta. L’influencer ha poi rassicurato i suoi followers, sottolineando di essere aiutata anche da sua madre.

Potrebbe interessarti anche >>“L’amore non vince su tutto”: Uomini e Donne, per lei una crisi emotiva preoccupante

Abbiamo iniziato questa cura che è inevitabilmente con una minima percentuale di cortisone. Ciò porta sonnolenza al bambino ed è difficile farlo attaccare. Bisogna controllare che rimanga idratato” ha poi risposto alle domande di una seguace, sottolineando di essere sempre in allarme h24 perché il medico le ha fatto capire che si tratta di una malattia che porta al ricovero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.