“Nascondevo e sedavo”: confessione impensabile di Paola Perego, un periodo oscuro

Recentemente Paola Perego ha raccontato alcuni dettagli del brutto periodo che ha affrontato in passato.

Paola Perego periodo difficile dolore medicine
Paola Perego – Fonte: Screenshot

Adesso Paola Perego è in tv insieme all’amica e collega Simona Ventura intenta in una nuova avventura professionale, la conduzione del programma domenicale Citofonare Rai 2. La presentatrice d’altronde è in un momento sereno della propria vita sia dal punto di vista professionale che personale.

Per la Perego però non è sempre stato così; in passato infatti la conduttrice ha vissuto dei momenti molto difficili, in cui si è trovata in seria difficoltà ed ha dovuto ricorrere a dei farmaci. Paola non ha mai abbandonato il lavoro, ma andare avanti è stato molto complicato.

La Perego aveva già raccontato in passato questo particolare momento della propria vita, ma recentemente in un’intervista per Il Corriere della Sera ha svelato nuovi retroscena del proprio periodo buio. Vediamo cosa ha raccontato.

LEGGI ANCHE >> Eleonora Giorgi, confessione intima inaspettata: “Non averlo è stata una liberazione”

Le medicine

Paola Perego periodo difficile dolore medicine
Paola Perego – Fonte: Instagram

Come è noto, il periodo più doloroso della vita di Paola Perego è stato la fine del suo primo matrimonio con l’ex calciatore Andrea Carnevale, il padre dei suoi due figli, Giulia e Riccardo. Dopo sette anni d’amore infatti, nel 1997 si separò ritrovandosi sola e con due bambini; lì iniziò per la Perego un periodo di profonda fragilità psicologica, in cui cominciò a soffrire anche di attacchi di panico e fu costretta a far ricorso a dei medicinali.

LEGGI ANCHE >> Chiara Nasti, solo ora dice cosa le è successo: il motivo del silenzio è sconcertante

In apparenza la Perego stava infatti benissimo, ma in realtà stava vivendo un vero e proprio incubo: “Avrei dovuto mostrarmi per quella che sono, ma erano altri tempi: se andavi dal medico e gli elencavi i sintomi, quasi certamente lui diceva che avevi un esaurimento nervoso. E così nascondevo, camuffavo, sedavo. Nascondevo le medicine in camerino, nessuno doveva sapere che da un momento all’altro sarei potuta crollare”, ha spiegato.

A quanto pare però le cure che le erano state prescritte erano parecchio forti, tanto che oggi, a distanza di anni, i suoi ricordi di quel periodo della sua vita sono confusi ed offuscati: “Per anni la gente ha visto una persona in apparenza vivace, ironica. Ma io ero in una bolla. Prendevo delle medicine che, pur di allontanare la sensazione di panico, appianavano tutto. Piallavano ogni cosa, comprese le emozioni. Per esempio, non riuscivo più nemmeno a piangere. Molti dei miei ricordi sono offuscati, come dentro una nuvola. Compreso il mio matrimonio con Andrea. I critici dicevano che ero troppo fredda e distaccata, ma oggi posso dirlo: prendevo benzodiazepine”, ha raccontato la Perego.

Impostazioni privacy