“La mia notte è vivace”: le strane abitudini di Raoul Bova, rivelazione da non credere

In una recente intervista Raoul Bova ha raccontato le sue strane abitudini notturne.

Raoul Bova notte abitudini curiosità
Raoul Bova, 2020 – Fonte: Getty Images

Raoul Bova è un sex symbol, un uomo affascinante che a molte donne piacerebbe avere nel proprio letto, ma questa fortuna è toccata a Rocio Muños Morales, l’attrice con la quale condivide la vita dal 2013 e con cui ha messo al mondo due figlie, Luna ed Alma.

In realtà però, nel caso di un personaggio famoso, non si può mai ben sapere chi sia davvero nella propria intimità, quali siano le sue abitudini o le sue stranezze. Almeno che non le confessi lui stesso, proprio come ha fatto Raoul in una recente intervista.

Durante il programma radiofonico I Lunatici infatti, Bova ha raccontato alcuni gesti della sua vita quotidiana; l’attore ha rivelato di essere abituato a notti abbastanza vivaci, ma non per il motivo che tutti pensiamo. Ecco cosa ha confessato.

LEGGI ANCHE >> “Ero a quella cena”: Soleil Sorge censurata, stava raccontando la verità sul complotto

La notte vivace

Raoul Bova notte abitudini curiosità
Raoul Bova – Fonte: Instagram

Le notti dell’attore sono parecchio movimentate, ma questo, purtroppo per Rocio, non lo si deve ai fumi della passione. A quanto pare Raoul Bova soffre di insonnia: prendere sonno è difficile e non riesce a riposare più di un tot di ore; anche se cerca di andare a letto presto, la sua è una natura da animale notturno ed inevitabilmente, ogni notte si sveglia e si dedica a varie attività.

LEGGI ANCHE >> “Così ricarichiamo le batterie”: Elena Santarelli, il segreto della passione tra lei e il marito

“Ci sono periodi e periodi, di solito la mia notte è vivace, provo ad andare a dormire ma poi mi sveglio inevitabilmente, a volte penso, a volte scrivo, a volte mangio e svuoto il frigorifero”, ha raccontato Raoul. L’oscurità dunque è il momento del giorno in cui Bova si sente più a suo agio e in alcuni momenti ispira anche la sua creatività.

D’altronde l’attore non rinuncia nemmeno ad uno spuntino notturno, a suo dire una grande soddisfazione perché dettato dall’istinto; in seguito cerca di riprendere sonno e tirare per lo meno fino alle sei o sette di mattina.“È una cosa bellissima, perché la notte ti genera il mangiare vorace, l’istinto, però in linea di massima cerco di tornare a dormire una volta mangiato e proseguire fino alle sei, le sette del mattino”, ha spiegato.

Impostazioni privacy