WhatsApp, richiesta la misura “anti-stalker”: rivoluzione storica

Questa volta WhatsApp si è rivolta ai suoi utenti per un cambio radicale anti-stalker, promettendo una vera rivoluzione.

WhatsApp
WhatsApp (Pixabay)

WhatsApp in queste ore ha cercato di interpellare i propri utenti per consegnare loro un upgrade che accontenti davvero tutti. In particolare l’app di messaggistica è da tempo alla ricerca si una soluzione che possa facilitare la gestione della privacy. In un messaggio su Twitter infatti gli sviluppatori hanno proposto un cambio radicale che riguarda il cambio dello status, che ad oggi è piuttosto difficile da gestire, soprattutto quando si tratta di contatti fastidiosi.

LEGGI ANCHE>> WhatsApp, rivoluzione sulla cancellazione dei messaggi: sarà per sempre

WhatsApp: cambio radicale sulla privacy

WhatsApp
Il logo di WhatsApp (Pixabay)

Quante volte è capitato di avere a che fare con qualcuno a cui proprio non avete voglia di rispondere? Se avete attiva la funzione per l’ultimo accesso infatti, è impossibile arginare il problema senza incappare in liti lunghissime sul perché state cercando di ignorare il suddetto utente.

WhatsApp, che cerca sempre di migliorare le opzioni per la privacy dei propri utenti si è dunque messa al lavoro per risolvere questo fastidioso problema. Già qualche giorno fa si era aperta su quest’ipotesi, affidando a WABetaInfo la news che riguarda proprio una migliore gestione dello status. Ad oggi infatti è possibile attivare la lettura dell’ultimo accesso solamente “a tutti i contatti” e a “nessuno”.  Con l’aggiornamento proposto invece si potrà selezionare anche un numero di utenti che non avranno più il privilegio di controllare il nostro ultimo accesso.

LEGGI ANCHE>> WhatsApp, clamorosa novità in arrivo: garantirà un grande risparmio di tempo

Proprio in queste ore WhatsApp ha provato a spingere un po’ di più in questo senso, chiedendo ai propri utenti di valutare l’utilità di questa misura, definita da loro “anti-stalker”:

Inutile dire che ha già riscontrato un largo consenso, per cui senza dubbio gli sviluppatori si sono messi al lavoro per mettere a punto la nuova feature. In molti infatti non si sono solo limitati a mettere il like al post, ma hanno anche risposto al tweet manifestando un certo desiderio di vedere quanto prima la nuova opzione.