“Io mi vergognerei”: Tommaso Zorzi a muso duro, lo zittisce in malo modo

Anche Tommaso Zorzi si è espresso sul GF Vip, il commento è arrivato attraverso i suoi social network ma ha avuto ampia risonanza 

Tommaso Zorzi
Tommaso Zorzi (Instagram)

Il vincitore gieffino della scorsa edizione del reality, Tommaso Zorzi, si è espresso sulla questione aborto portata in puntata pochi giorni fa da Alfonso Signorini. Tommaso si era già espresso in passato in merito alla legalizzazione dell’aborto e questa volta non ha fatto altro che ampliare la sua tesi.

Insomma, in sintesi nessuna bordata contro Alfonso Signorini, più che altro il gieffino si è limitato a riconfermare le parole pronunciate in un discorso di mesi fa, senza citare il conduttore o il programma stesso.

I diritti, anche quelli che non mi competono sono diritti miei comunque, perché io voglio vivere in uno Stato in cui chiunque è libero di poter scegliere nell’etica delle cose, mi vergognerei di vivere in uno Stato in cui l’aborto è illegale” questa la frase pronunciata mesi fa in merito alla legalizzazione dell’aborto. Ma vediamo cosa ha dichiarato questa volta.

Potrebbe interessarti anche >>Pierpaolo Pretelli, esplode il gossip nella casa del GF Vip: Soleil svela ogni cosa

Tommaso Zorzi dice la sua sull’aborto, l’ex gieffino si schiera apertamente

Tommaso Zorzi su Instagram (screenshot)

In merito alla questione aborto: sono un uomo e dunque non è affar mio. Quando nascerò donna la mia opinione potrà contare qualcosa” così ha aperto il discorso Tommaso Zorzi, rispondendo alle curiosità dei suoi fan.

“Nel frattempo, da uomo, ritengo che sia sacrosanto che una donna abbia la facoltà di scegliere” ha continuato a spiegare, tenendosi ben lontano dalle affermazioni fatte dal conduttore del Grande Fratello Vip durante la puntata di lunedì.

Potrebbe interessarti anche >>“Ho deciso di nominarti”: Soleil Sorge fa tremare la casa, anticipa la mossa per venerdì

Alfonso ha dichiarato: “Noi siamo contro ogni tipo di aborto” proprio durante la puntata e in pochi minuti è scoppiato il caso. “Not my body, not my choice. Il movimento femminista ‘My body, my choiche’ dice esattamente questo: nessun uomo può o deve sentenziare le decisioni che una donna prende sul proprio corpo. E credo che stia tutto qui”  ha concluso poi il vincitore gieffino, senza far alcun riferimento alle parole di Signorini, probabilmente per evitare lo scandalo mediatico.