Aka7even: il numero nel suo nome nasconde un grande dramma

Oggi è tra gli ex allievi di Amici tra i più seguiti, ma Aka7even ha avuto un passato tutt’altro che facile e ancora oggi ne porta il ricordo attraverso il nome d’arte.

Aka7ven
Aka7ven [Fonte Instagram]
Luca Marzano, in arte Aka7even oggi è riuscito a realizzare i suoi sogni e vive una vita piena di impegni e soddisfazioni professionali. E’ tornato di recente a far sognare i fan con un nuovo singolo ed è pieno di progetti per il futuro. Tuttavia nel suo passato c’è stato un evento davvero drammatico, che avrebbe potuto impedirgli di arrivare dov’è oggi. Si tratta di un momento shock, che ha scelto di ricordare attraverso il suo nome d’arte, che infatti ha attirato l’attenzione di molti.

LEGGI ANCHE>> “Aiutooo finalmente…”: annuncio a sorpresa di Aka7even, fan impazziti

Aka7even, il racconto shock del cantante

Aka7even
Aka7even ad Amici (screenshot twitter)

Ad oggi, per fortuna, è solo un bruttissimo ricordo, ma Aka7even ha affrontato dei momenti difficilissimi quand’era ancora molto piccolo. Il ragazzo, oggi appena ventenne, si è lasciato andare ad una tristissima confessione, raccontando anche di cosa nasconda il suo nome d’arte.

Luca Marzano – questo il suo vero nome – si è di recente confidato al Corriere della Sera, raccontando di aver vissuto un momento davvero traumatico all’età di soli sette anni. Stando alle sue parole, il ragazzo ha avuto un’encefalite e la situazione era così grave che è stato in coma per sette giorni.

LEGGI ANCHE>> Morgan e Bugo, a distanza di anni la verità: il vero caos durante le prove

I medici avevano escluso che il bambino si potesse riprendere e avevano consigliato ai famigliari di prepararsi al peggio. Né la madre né il fratello, però, si sono arresi e, anzi, Aka ha raccontato che l’aiuto più grande è arrivato proprio dal fratello: “mi metteva le cuffie e mi faceva ascoltare della musica” ha raccontato al Corriere, spiegando che – pur essendo in coma – aveva iniziato a piangere. I medici cercarono di dare una spiegazione razionale all’accaduto, evitando di dare troppe speranze alla madre, ma lei non ha ceduto alla disperazione e alla fine il piccolo Luca è uscito dal coma.

Le conseguenze psicologiche dell’evento si sono trascinate fino all’anno scorso, stando a quando affermato da Aka: “avevo timore prima di partecipare ad Amici, pensavo che sarebbe stato più difficile farsi prendere sul serio”. Per fortuna le cose sono andate benissimo e oggi quell’evento traumatico è solo una parte del suo nome. Ha infatti scelto di chiamarsi Aka7even per l’insistenza con cui il numero ricorre nella vicenda e perché, proprio con questo difficile momento, ha capito di avere sette vite come i gatti.