Al Bano, scoppia il caso: le parole del Vescovo sono durissime

Grosso scivolone per Al Bano, il cantante si trova travolto dalle parole del Vescovo: non si era reso conto della gravità dell’atto

Loredana Lecciso e Al bano,
Loredana Lecciso e Al bano, (Instagram)

Il cantante storico della musica italiana si è trovato coinvolto in una situazione imbarazzante. Albano era stato chiamato a cantare come sorpresa per una festa di nozze ma le cose non sono andate come avrebbero dovuto e la festava in fumo.

Un brutto colpo per il cantante non di certo intenzionato a rovinare un momento così importante per la coppia di sposi, eppure il Vescovo non è riuscito a trattenersi dopo essersi ritrovato davanti alla scena. Al Bano è rimasto davvero spiazzato per le parole utilizzate nei suoi confronti, sopratutto perché non avrebbe di certo voluto creare problemi: l’intento era quello di festeggiare gli sposi, ma vediamo nello specifico cosa è successo.

Potrebbe interessarti anche >>Francesco Renga si sfoga: “Uno strazio che non ti lascia mai”

Al Bano viene sgridato dal Vescovo in una festa di matrimonio

Al Bano
Al Bano (screenshot video)

E’ stato proprio il cantante Al Bano a far scattare l’odio del Vescovo di Andria. A far da movente un’esibizione privata in chiesa per festeggiare il matrimonio di una coppia di amici.

Secondo il Vescovo in una chiesa non è stato assolutamente corretto cantare facendola diventare un palco per l’esibizione di artisti. “Una grave offesa sia alla celebrazione che al luogo sacro” ha continuato poi a ribadire monsignor Luigi Mansi.

Potrebbe interessarti anche >>Una vita, anticipazioni spagnole: stavolta Genoveva l’ha fatta grossa

Al Bano sarebbe stata una comparsa a sorpresa: nessuno era a conoscenza del suo arrivo, era stato invitato da un amico degli sposi per intrattenere gli ospiti con una canzone. “I sacerdoti hanno il compito di verificare il rispetto delle norme visto che gli organizzatori potrebbero non conoscerle” viene comunicato dopo il malinteso, direttamente dalla Curia.

Che non si ripetano più episodi di questo genere” ha replicato il Vescovo. Al Bano secondo la Curia avrebbe dovuto cantare durante la festa successiva nella sala ricevimenti non in chiesa con l’altare.