Selvaggia Lucarelli, la tragedia familiare: una disgrazia terribile

Prima che Selvaggia Lucarelli nascesse i suoi genitori persero un altro figlio.

Selvaggia Lucarelli tragedia fratello scomparso
Selvaggia Lucarelli, 2008 – Fonte: Getty Images

Recentemente Selvaggia Lucarelli ha confessato una tremenda tragedia che ha colpito la sua famiglia ancora prima che lei nascesse. L’occasione per raccontare questa storia è stata il caso di Nicola Tanturli, il bambino scomparso e poi ritrovato nel Mugello.

Gran parte dell’opinione pubblica si è scagliata contro i genitori del piccolo accusandoli di non aver fatto abbastanza attenzione, di aver chiamato le Forse dell’Ordine troppo tardi e di essere stati negligenti, ma Selvaggia invece ha voluto difenderli, ricordando l’evento accuduto ai suoi genitori.

La Lucarelli infatti oggi ha due fratelli, ma avrebbe dovuto averne un’altro più grande di lei, SImone; purtroppo però, per colpa di una sfortunata casualità, il fratello maggiore della giornalista è morto a pochi giorni della nascita. Vediamo come è andata e perché Selvaggia ha difeso i genitori di Nicola.

LEGGI ANCHE >> Maurizio Costanzo, è guerra interna a Mediaset: dopo 40 anni può accadere l’impossibile

Nessun genitore è infallibile

Quando qualcosa deve succedere succede e basta e la vita sembra averci dimostrato più volte che è proprio così. Non per questo non si prendono precauzioni, ma alcune cose sono inevitabili. Selvaggia Lucarelli ha parlato con suo padre della scomparsa del piccolo Nicola e ne ha tirato fuori importanti conclusioni: “Qualche giorno fa sono andata a trovare i miei genitori e mio padre, dopo cinque minuti di chiacchiere sul Covid e su come va il mondo, mi ha detto che la storia di Nicola l’ha molto colpito. Perché ‘tutti voi, alla fine, siete dei miracolati’, ha detto”.

 A completare questa frase d’effetto, il padre di Selvaggia ha raccontato la storia del figlio scomparso:Era nato da poco, dormiva nel suo lettino in ostetricia. Secondo la ricostruzione dei miei genitori, un’infermiera uscì forse a fumarsi una sigaretta, lui ebbe un rigurgito. Morì soffocato”, ha riportato la Lucarelli.

LEGGI ANCHE >> Francesco Renga, commento galeotto per la collega: i fan sognano

Dunque qual è il punto? Il fratello maggiore di Selvaggia è morto per una pura casualità, proprio perché in quel momento l’infermiera aveva sentito il bisogno di una sigaretta. Le cose accadono e basta, nonostante tutte le attenzioni del caso. Per rimarcare il concetto, in un lungo articolo che ha dedicato alla vicenda di Nicola, la giornalista ha scritto:Nessun genitore è infallibile. Esistono solo genitori fortunati”.