“Lockdown per i non vaccinati”: Matteo Bassetti avanza la proposta, piovono insulti

La campagna vaccinale procede a gonfie vele, ma ci sono ancora molti no-vax che preoccupano, e contro di loro si è scagliato il virologo Bassetti.

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti [Screenshot]
Entro i primi di ottobre circa l’80% della popolazione sarà vaccinata secondo il Generale Figliuolo e, stando agli ultimi dati divulgati, si tratta di molto più che un pronostico. La corsa ai vaccini procede bene, in effetti, ma al momento è quella soglia di 20% a preoccupare, soprattutto perché costituita in parte dai no-vax. Questi ultimi, infatti, potrebbero rendere vani gli sforzi fatti sinora e contro di loro si è duramente pronunciato il Dottor Matteo Bassetti.

LEGGI ANCHE>> Tommaso Eletti, la tentatrice Giulia sgancia la bomba: quella frase non lascia spazio a dubbi

Matteo Bassetti contro i no-vax: “Mi sembra così logico”

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti [Screenshot]
La campagna vaccinale potrebbe essere messa in pericolo da una fetta di popolazione che ha deciso di vaccinarsi. Bisogna fare i conti con questo rischio, proprio ora che la corsa all’immunità sembra essere a buon punto e si cerca di spingere ancora di più sull’acceleratore a causa del pericolo costituito dalla Variante Delta.

Sullo zoccolo duro della popolazione rappresentato dai No-Vax si è espresso piuttosto duramente anche il virologo Matteo Bassetti, che dall’inizio della pandemia è stato ospite in diversi programmi per commentare i dati sui contagi. Non è la prima volta che il Direttore del reparto malattie infettive di San Martino si pronuncia su questa fetta di popolazione, ma questa volta la sua proposta è così radicale da aver suscitato l’ira di molti.

LEGGI ANCHE>> DAZN, attacco diretto a Sky: nuovi giornalisti e format, rivoluzione totale

Parlando del rischio o meno che possa esserci una nuova ondata, il dottor Bassetti è stato chiaro, la preoccupazione maggiore si incarna in quella parte di popolazione che non è vaccinata. E la maggior parte di loro non lo è perché non vuole, non certo perché non può. Se, allora, si deve correre il rischio di un nuovo lockdown – ipotesi pallida ma che non si può scartare completamente – non sarebbe più giusto che riguardi chi non è vaccinato?

Inutile dire che la popolazione si è sollevata in un coro di insulti, alcuni piuttosto gravi e il virologo ha anche ammesso di essere stato minacciato. Nonostante questo, però, rimane della sua opinione e sottolinea che, nel caso la situazione sanitaria dovesse peggiorare di nuovo, al ritorno a scuola a fare la DaD saranno proprio coloro che non sono stati vaccinati. Per questo motivo al Dottor Bassetti sembra logico applicare lo stesso principio anche ai No-Vax, soprattutto perché non è giusto che a causa delle loro convinzioni, gli italiani debbano tornare a privarsi della libertà guadagnata a fatica.