Ilary Blasi, il sogno da piccola: voleva fare un mestiere impensabile

Quello che Ilary Blasi sognava di fare da piccola è un lavoro che non ci saremmo mai aspettati da lei.

Ilary Blasi lavoro banco frutta e verdura
Ilary Blasi – Fonte: Instagram

Ilary Blasi ha iniziato a lavorare quando era ancora una bambina ed è apparsa nella sua prima pubblicità insieme alla famiglia che aveva appena 3 anni; era lo spot dell’Olio Cuore. Più tardi ha continuato a lavorare in questo settore finché non è cresciuta e ha deciso di tentare la fortuna in televisione.

Oggi la Blasi è un’icona, una delle donne più amate della nostra televisione, ma per arrivare dov’è adesso ha dovuto fare molta strada. In realtà le sono state anche chiuse in faccia parecchie porte e quando nel 2001 è stata presa per entrare tra le vallette di Passaparola stava per arrendersi.

In una recente intervista per FQ Magazine, Ilary ha parlato a cuore aperto di molte questioni che la riguardano ed ha ripercorso anche i primi anni della sua carriera, prima di entrare a pieno titolo tra le donne dello showbiz italiano. La Blasi ha anche rivelato quale fosse il suo sogno lavorativo di bambina.

LEGGI ANCHE >> Pierpaolo Pretelli e Giulia Salemi, la coppia racconta: “Un periodo difficile”

Una fruttivendola

 

Ver esta publicación en Instagram

 

Una publicación compartida por Ilary Blasi (@ilaryblasi)

A far entrare Ilary nel giro giusto quando era giovanissima fu un’amica di sua madre che cercava una bambina bionda e con gli occhi azzurri per la pubblicità di un panettone. “Un’amica di mia madre aveva un’agenzia che faceva casting per la pubblicità. Io ero bionda e con occhi azzurri, sembravo svedese. Così chiesero a mia madre di farmi provare ed iniziai. Non so se predestinata è il termine giusto, ma mi sembra di essere sempre stata davanti a una telecamera”, ha spiegato la Blasi.

Crescendo la showgirl iniziò ad ambire a qualcosa di più e cominciò a fare casting per la televisione e sopratutto a lavorare come modella per i fotoromanzi. “Facevo tantissimi provini per la tv ma venivo sempre scartata. All’epoca i fotoromanzi erano di moda, non mi interessavano ma pagavano benissimo; mi ci sono comprata la macchina. Ho fatto anche Miss Italia nel 98, quando ero minorenne. Mi scartarono a Paperissima, ma anche come velina per Striscia la Notizia”, ha raccontato.

LEGGI ANCHE >> “Mia figlia e mio figlio”: Diletta Leotta ha fatto colpo, il futuro è scritto

Dopo una serie di rifiuti Ilary era scoraggiata, ma volle darsi un’ultima possibilità per riuscire a diventare famosa: “Mi ero data Passaparola come ultima opportunità, se non fosse andata avrei mollato. È stata una chiave di accesso a un sogno, partivo per Milano speranzosa e li facevo tutti. Quella volta andò bene, mi presero”, ha spiegato.

La Blasi è riuscita così a diventare una donna di spettacolo, anche se non si può dire che fosse sempre stato il suo sogno; la piccola Ilary anzi  aveva un progetto del tutto diverso per la sua vita: “Tutto è nato per gioco perché in realtà da piccola sognavo di aprire un banco di frutta e verdura, ancora oggi mi affascinano”.