Giulia Stabile e il bullismo: “Quella volta hanno usato le forbici”

La vincitrice di Amici, Giulia Stabile, ha più volte parlato degli anni difficili in cui è stata vittima di bullismo. Ecco il racconto.

Giulia Stabile bullismo
Giulia Stabile – Fonte: Instagram

La vincitrice dell’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi è la giovanissima Giulia Stabile, 19 anni e una brillante carriera da ballerina davanti. Giulia si è fatta subito amare per il suo carattere solare e divertente e il suo animo buono.

Il percorso all’interno della scuola di Amici, il primo amore con il cantante Sangiovanni e la vittoria al talent sono per lei un bel riscatto dopo un passato difficile segnato da cattiverie e bullismo a cui la Stabile ha spesso accennato.

Oggi Giulia si è aperta ancora un po’ di più con i suoi fan e ha raccontato alcuni episodi spiacevoli che le sono capitati ai tempi della scuola, ma che non la hanno fermata nè le hanno impedito di inseguire i suoi sogni e realizzarli.

LEGGI ANCHE >> Elisa Isoardi senza pace: Mediaset incerta, cambia di nuovo tutto

Il bullismo

Uno dei periodi più difficili per Giulia è stato quello delle scuole medie, un momento in cui soprattutto le ragazze crescono molto e cercano di trovare la propria identità, ma in cui lei è stata vittima di un bullismo gratuito. “I tre anni delle scuole medie mi hanno distrutta. Mi escludevano e mi facevano qualunque cosa, prendendomi in giro e dicendomi che non ce l’avrei mai fatta. Mi hanno fatto ogni tipo di dispetto. L’unica cosa che si sono risparmiati è stato arrivare alle mani”, ha spiegato Giulia.

LEGGI ANCHE >> Paolo Bonolis, un’esperienza inquietante: roba da far drizzare i capelli

Di tutte le cattiverie subite ce n’è una che la vincitrice di Amici ricorda con particolare dolore, la distruzione di una giacca a cui teneva davvero molto: “Una volta tornando in classe ho trovato il mio giubbotto di pelle tagliuzzato con le forbici, tutto strappato e ormai inutilizzabile. Una cattiveria gratuita che mi ha ferito. Lo so che non ci si deve affezionare agli oggetti, ma io guardando quel giubbotto distrutto pensavo a tutti i sacrifici che avevano fatto i miei genitori per comprarmelo”.

Quello che inizia adesso però è per Giulia un capitolo completamente nuovo in cui si lascia indietro i dolori del passato e pensa a costruire il suo futuro:“Continuerò ad applicarmi. Vorrei investire i soldi che ho vinto, oltre che per aiutare mia mamma, per continuare a studiare danza. Poi devo ancora prendere la maturità: quest’anno non credo di farcela e recupererò da privatista”.