Alessandro Preziosi, una scelta contestata: all’inizio fu durissima

L’affascinante Alessandro Preziosi, prima di raggiungere la fama, ha dovuto affrontare un periodo molto difficile.

Alessandro Preziosi genitori povertà
Alessandro Preziosi – Fonte: Instagram

Alessandro Preziosi ha iniziato la sua carriera dal teatro ed è arrivato in televisione per la prima volta nel 1999 entrando nel cast della soap opera Vivere. A farlo diventare famoso sono stati i ruoli ricorrenti in alcune serie famose come Una donna per amico ed Elisa di Rivombrosa.

Preziosi ha lavorato molto negli anni successivi sia a teatro che al cinema e in tv ed oggi è uno degli attori italiani più amati di sempre. Ma i suoi inizi non sono stati affatto facili, infatti per lui era stata scelta un’altra strada professionale.

I genitori di Alessandro Preziosi erano avvocati e desideravano che il figlio seguisse le loro orme, per questo non presero affatto bene la sua scelta di dedicarsi alla recitazione. A complicare le cose il fatto che l’attore doveva in qualche modo mandare avanti la sua famiglia.

LEGGI ANCHE >> Andrea Zenga, papà Walter sta spingendo: il traguardo è sempre più vicino

Un inizio complicato

Alessandro Preziosi aveva studiato Giurisprudenza all’Università di Napoli laureandosi nel 1998 e nel frattempo era già diventato papà del piccolo Andrea Eduardo avuto dalla compagna Rossella Zito. Terminati i propri studi universitari però, decise di seguire la sua passione e realizzare il proprio sogno di diventare attore, ma mamma e papà non presero bene la notizia.Ho iniziato a 25 anni quando ero già padre di un figlio di tre; avevo una laurea in giurisprudenza e dei genitori che mi hanno detto: Quella è la porta! Vuoi fare l’attore? Vai!“, ha spiegato nel 2018 in un’intervista a Vanity Fair.

LEGGI ANCHE >> Ludovica Frasca e il matrimonio lampo per dimenticare il passato: una storia fuori di testa

Così Preziosi si è trasferito a Milano per cercare di entrare nel mondo dello spettacolo e qui è stato ospitato da un’amica di sua madre.L’amica di mia madre mi ha detto: ti do 15 giorni per trovarti una sistemazione“, ha raccontato. Così l’attore ha fatto il possibile per riuscire a trovare un modo di mantenersi; prima di riuscire a sfondare in tv ha dovuto fare ogni tipo di mestiere ed affrontare anche alcuni periodi di povertà: “Indietro non si poteva più tornare. Ho fatto anche il cameriere ed in certi momenti ho fatto la fame“.