“Pronta al test del DNA”: Denise Pipitone, ancora una svolta nel caso

Ancora una svolta nel caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004: “Pronta a fare il test del DNA”.

denise pipitone svolta caso scalea ritrovamento
La piccola Denise Pipitone (Twitter)

Il caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa nel 2004 dalla cittadina siciliana di Mazara del Vallo, va incontro ad una nuova svolta. La Procura di Marsala, competente per le indagini sulla sparizione della piccola, sta studiando in queste ore una nuova possibile pista. Da ieri pomeriggio infatti gli occhi del pubblico sono puntati su Scalea, in provincia di Cosenza, dove una commerciante ha segnalato una giovane che somiglia molto a Piera Maggio.

La parrucchiera infatti ha cominciato a sospettare che la ragazza potesse essere la bambina sparita nel 2004 per via dei suoi lineamenti. Scambiando qualche parola, poi, la giovane non ha saputo raccontare la sua infanzia prima dei suoi sette anni. La giovane ha smentito di essere Denise Pipitone, chiarendo la sua posizione anche con i Carabinieri della caserma locale. Tuttavia ha dichiarato di essere pronta a fare il test del DNA, per fugare ogni dubbio sulla sua identità.

LEGGI ANCHE >>> Figliuolo fissa l’obiettivo per la campagna vaccinale: “Giugno mese clou”

Denise Pipitone, la giovane di Scalea smentisce tutto ma ci sono delle incongruenze

denise pipitone svolta caso scalea ritrovamento
Denisa, la giovane di Scalea (Screenshot Twitter)

La giovane di Scalea – che si chiama Denisa – ha smentito di essere Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo nel 2004. La Procura di Marsala sta vagliando quanto emerso dal colloquio della ragazza con i Carabinieri della cittadina calabrese, per decidere cosa fare. L’opzione più probabile, al momento, è che la Procura chieda alla ragazza di sottoporsi al test del DNA. Nella storia raccontata, però, sembrano esserci alcune incongruenze.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sanremo 2022, rivelazione clamorosa: sarebbe un ritorno pazzesco

A differenza di quanto raccontato dalla commerciante che ha segnalato la ragazza, Denisa ha dichiarato di ricordare bene il suo passato. Ha poi detto ai microfoni di Pomeriggio Cinque di non ricordare come si è fatta la cicatrice sul volto, così simile a quella che aveva Denise al momento della scomparsa. E mentre emergono nuovi dettagli sul giorno della sparizione, l’opinione pubblica rimane con il fiato sospeso. Il caso di cronaca che ha sconvolto il paese nel 2004 è vicino ad una soluzione?