Telegram mette la freccia: novità esagerate, WhatsApp definitivamente annichilito

Arriva un nuovo aggiornamento per Telegram: le novità introdotte sono davvero esagerate, ormai la concorrenza per Whatsapp è insostenibile.

telegram whatsapp aggiornamento concorrenza chat vocali pagamenti
Il logo di Telegram (Getty Images)

La concorrenza per Whatsapp diventa sempre più difficile da superare, soprattutto dopo l’ultimo aggiornamento annunciato da Telegram. L’applicazione di messaggistica istantanea, principale concorrente della celebre “cornetta verde”, ha annunciato alcune nuove funzioni che segnano un sorpasso notevole. Telegram infatti ha deciso di prendere una direzione ben specifica, trasformandosi quasi in un social network a tutto tondo.

Tra le nuovi funzioni annunciate, quella più corposa riguarda le chat vocali. Si tratta di una funzione relativamente nuova, introdotta da pochi mesi sulla scia del social network Clubhouse. L’app di messaggistica istantanea ha deciso di introdurre la possibilità di programmare la creazione e la partenza delle chat vocali. Sarà possibile anche introdurre un countdown che avviserà le persone invitate della partenza imminente del gruppo.

LEGGI ANCHE >>> Mara Venier fa il colpaccio: sarà protagonista anche in estate

Telegram, l’ultimo aggiornamento seppellisce Whatsapp: arriva anche un sistema di pagamento

telegram whatsapp aggiornamento concorrenza chat vocali pagamenti
Il logo di Whatsapp (Pixabay)

L’ultimo aggiornamento di Telegram introdurrà anche una funzione con cui Whatsapp sta avendo grandissimi problemi, soprattutto in Brasile. L’app di messaggistica istantanea russa infatti ha deciso di introdurre un nuovo sistema di pagamento, abbinandolo a un servizio di vendita di beni e servizi. Si tratta di un aggiornamento davvero clamoroso, che potrebbe segnare il sorpasso definitivo di Whatsapp in termini di qualità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Stefano De Martino, lei non lo molla un attimo: i fan sognano

Gli sviluppatori di Telegram hanno voluto calmare subito alcune possibili critiche sulla gestione della privacy e dei dati. L’app infatti non conserverà in alcun modo i dati dei sistemi di pagamento, che dovranno rientrare in un elenco di 8 fornitori. Inoltre non ci saranno commissioni di nessun genere sui pagamenti. Quest’ultima caratteristica potrebbe segnare il crollo della competitività di Whatsapp, che ancora non è riuscita a riattivare il suo servizio di pagamento.