“Violenza psicologica e silenzio”: Francesca Manzini, dal passato emerge l’amara verità

Francesca Manzini è un vulcano di energia e vedendola non si direbbe che ha avuto un passato non tanto facile.

Francesca Manzini
Francesca Manzini – Fonte: Instagram

Francesca Manzini è la simpatica comica ed imitatrice che è stata ospite della scorsa puntata di Amici di Maria De Filippi, regalando a tutti un sorriso con il suo show. Il debutto di Francesca sul piccolo schermo risale al 2009, quando partecipa al programma Festa italiana e comincia a farsi conoscere per le sue esilaranti imitazioni. In seguito, la Manzini lavora come doppiatrice e anche conduttrice radiofonica e nel 2016 diventa ospite fissa dei programmi di Chiambretti.

Nel 2018 partecipa a Vieni da me e lavora in Mai dire talk; esordisce anche al cinema in Benedetta follia. Nel 2019 diventa una concorrente di Amici Celebrities facendosi conoscere al grande pubblico e poco dopo entra nel cast di Striscia la Notizia, per poi tornarvi come conduttrice nel 2020. Nello stesso anno partecipa allo show Enjoy – Ridere fa bene ed è anche tra i concorrenti di Tale e Quale Show. Oggi Francesca è una persona realizzata sul lavoro e anche nella vita privata a quanto pare, infatti ha da poco annunciato le nozze con il suo compagno, ma nel suo passato c’è un momento molto buio e difficile. Vediamo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE >> “Si è fatto perdonare”: Stefano De Martino, sorpresa incredibile a Santiago

Il difficile rapporto con i genitori

Francesca Manzini
Francesca Manzini – Fonte: Instagram

Francesca è nata a Roma nel 1990 ed è la figlia di Maurizio Manzini, il team manager della Lazio. Il rapporto tra lei e i suoi genitori è sempre stato difficile e, un paio di anni fa, la Manzini si è aperta a Verissimo raccontando la sua esperienza. La comica ha spiegato che suo padre e sua madre erano spesso assenti e che, anche quando c’erano, in casa regnava un clima pessimo per una bambina:C’era tanto squilibrio, e i miei genitori non conoscevano se stessi. Mi hanno insegnato il male. Non ci sono mai stati valori, insegnamenti, regole. C’era solo violenza psicologica e silenzio”.

La sua dote per l’imitazione è nata proprio in quel momento; la piccola Francesca si chiudeva in camera e per evadere dalla realtà stava ore a guardare filmati e a cercare di imitarli. I suoi genitori si sono poi separati; se con il tempo i rapporti tra la Manzini e sua madre sono stati recuperati, così non è stato con il padre, un uomo duro, non in grado di dimostrare affetto, di cui Francesca dice:L’ho perduto continuamente, anche se è vivo, e fa più male di quando una persona non c’è più”.

LEGGI ANCHE >> “Era troppo presto”: Arisa e Andrea Di Carlo, frecciatine e nuovi equilibri

I disturbi alimentari

E la conseguenza di questi rapporti difficili in famiglia, per Francesca, è esplosa durante la sua adolescenza. Aveva 18 anni e stava appena iniziando la sua carriera televisiva, quando cadde nel baratro dell’anoressia; l’incubo durò tre mesi e mezzo e la Manzini arrivò a pesare 47 kg, poi ne uscì. Ma non era finita qui: i disturbi alimentari erano ancora con lei. Iniziò una fase bulimica, lunga sei anni: “Di notte aprivo il frigo e mangiavo tantissimo. Il calvario è durato sei anni, poi mi sono rialzata per dimostrare a me stessa quanto valessi”. Francesca ha raccontato che in mezzo alle difficoltà di dover affrontare tutto da sola, senza una famiglia alle spalle, ha anche pensato a gesti estremi, ma l’istinto di sopravvivenza l’ha tirata fuori dal tunnel.