Violenti scontri a Montecitorio: proteste infuocate contro le chiusure

Proteste davanti al palazzo di Montecitorio, promosse dal movimento Io apro che spinge per le riaperture: scontri con le forze dell’ordine

scontri montecitorio proteste
Le proteste davanti Montecitorio (Diretta Facebook Agenzia Vista)

Davanti al palazzo di Montecitorio è in corso una protesta promossa da vari movimenti italiani contrari alle misure prese dal governo. L’iniziativa è nata dal movimento “Io apro“, che spinge per la riapertura di ristoranti, pub e attività commerciali. Diverse centinaia di persone sono affluite nella piazza, fra cori di sfida, inviti a “farli entrare” nel palazzo e l’Inno d’Italia cantato ad alta voce.

Leggi anche – Nuove regole dopo Pasqua: decisioni del governo su colori e scuola

Ci sono stati degli scontri con le forze dell’ordine presenti sul posto, impegnate a cercare di tenere la situazione sotto controllo. La situazione è molto tesa e, fra le altre cose, il gran numero di persone è ammassata in spazi molto ristretti e in molti sono senza mascherina. Fra le persone presenti in piazza, oltre ai ristoratori, molte Partite Iva, fra le categorie più colpite dalla crisi. Si segnala la presenza di un manifestante vestito come il famigerato Jake lo sciamano, uno dei protagonisti dell’incursione nel Congresso di Washington di qualche mese fa.

Leggi anche – Il governo vara il Decreto Sostegno: i requisiti per ottenere i bonus

I poliziotti e i manifestanti sono entrati in contatto più volte e i momenti più tesi sono seguiti al tentativo delle persone in piazza di togliere le transenne che impediscono l’afflusso allo spazio antistante al palazzo. La polizia è intervenuta diverse volte con delle cariche, a cui è stato accompagnato anche il lancio di fumogeni.

In piazza anche le bandiere blu di Italexit

scontri montecitorio proteste
Centinaia di persone in piazza (Screenshot da diretta Agenzia Vista)

È una piazza variegata quella che protesta davanti Montecitorio. Non solo ristoratori, ma anche Partite Iva, i fautori dell’uscita dell’Italia dall’Europa e molte altre anime. Tutte d’accordo nel protestare contro le misure governative. Fra gli slogan urlati in piazza, i più gettonati sono “Libertà” e minacce ai membri del governo.

Fra le altre cose, i manifestanti hanno invitato la Polizia a “togliersi i caschi” per unirsi a loro, specie dopo gli scontri che sono iniziati quando le proteste davanti il palazzo di Montecitorio sono diventate più preoccupanti. L’ordine degli organizzatori ai manifestanti è quello di restare in piazza finchè non ci saranno state risposte dal Governo.