Kate Winslet scuote Hollywood: rivelazioni clamorose sulle 4 star omosessuali

L’orientamento sessuale è ancora un fattore che incide molto sul lavoro, molti personaggi dello spettacolo, soprattutto attori preferiscono non esporsi

Kate Winslet
Kate Winslet (Instagram)

Una piaga del mondo di Hollywood è sicuramente il problema dell‘orientamento sessuale. Sono tantissimi gli attori che nella vita hanno fatto la scelta di tenere il loro orientamento sessuale per sé per paura di perdere il lavoro. La discriminazione è presente ancora in ogni settore, ma soprattutto in quello del cinema.

Se sei omosessuale la tua carriera arriverà al punto in cui ci saranno sempre colleghi che ti sorpasseranno per ruoli etero. Perché ancora oggi la vita privata viene vista come un limite per quella lavorativa? Dopo l’Aresgate, arriva anche la diva di Hollywood Kate Winslet ad esporre l’argomento.

Potrebbe interessarti anche >>“Avevo fatto anche i provini”: escluso dall’Isola dei Famosi, produzione sotto attacco

Kate Winslet svela i retroscena di Hollywood, è un problema culturale?

Kate Winslet
Kate Winslet (Instagram)

In un’intervista rilasciata al The Sunday Times, la star di Titanic, Kate Winslet, ha rivelato di conoscere almeno 4 attori famosi e che nascondono la propria omosessualità per paura di essere scartati lavorativamente parlando.

“Conosco almeno quattro attori che non sono disposti a rendere pubblico il proprio orientamento perché sono terrorizzati dal fatto che diventerebbe un ostacolo in un settore pieno di giudizi, discriminazione e omofobia”. 

Potrebbe interessarti anche >>“Sono innamorato di Barbara D’Urso”: panico in diretta a Domenica Live, reazione shock

L’attrice spiega che tra gli attori che conosce che rifiutano di fare coming out, alcuni sono agli esordi, altri lavorano ormai da decine di anni: tutti sono accomunati dal fatto che se parlassero verrebbero rifiutati per tanti ruoli etero. La loro omosessualità potrebbe rovinare la carriera professionale per sempre. “Questa è la verità oggi, non sono esagerazioni”.

“Un attore famoso ha appena chiamato un agente americano e l’agente ha detto: ‘Mi risulta che tu sia bisessuale. Non lo rivelerei fossi in te’. È doloroso. Perché temono di essere scoperti, come se avessero qualche colpa, se fosse una cosa negativa non essere etero“.