Denise Pipitone, c’è un nuovo colpo di scena: cambia tutto

Ancora un colpo di scena nel caso di Denise Pipitone, ormai diventato internazionale: potrebbe cambiare tutto da un momento all’altro.

denise pipitone olesya rostova rivelazione gruppo sanguigno
La piccola Denise Pipitone (Twitter)

Il caso di Denise Pipitone ha guadagnato grande popolarità internazionale, dopo il ritrovamento in Russia di una ragazza rapita nel 2004. Nella giornata di oggi la televisione russa che ha lanciato lo scoop avrebbe dovuto annunciare il gruppo sanguigno di Olesya Rostova. Tuttavia la messa in onda del programma è slittata a mercoledì per una presunta indisponibilità della giovane.

La notizia ha fatto rapidamente il giro del web, scatenando una grande polemica soprattutto sui social. Per alcuni utenti infatti questa decisione sarebbe un tentativo della televisione russa di cavalcare una vicenda di cronaca ormai internazionale. A queste polemiche si è aggiunto anche un comunicato dell’avvocato di Piera Maggio, che parla di un “ricatto mediatico ai danni della famiglia“. Inoltre ha annunciato che la famiglia non parteciperà a nessun programma se prima non riceverà l’esito del test del gruppo sanguigno.

LEGGI ANCHE >>> Alda D’Eusanio è tornata: nuovo sfogo assurdo, se la prende con tutti

Denise Pipitone, parla l’avvocato: “Tutelare la famiglia”

denise pipitone olesya rostova rivelazione gruppo sanguigno
La giovane Olesya Rostova (Twitter)

La decisione della televisione russa di spostare la registrazione e la messa in onda del suo programma su Denise Pipitone ha suscitato grandi polemiche. Gli utenti del web infatti non avevano gradito la volontà di annunciare in diretta il gruppo sanguigno di Olesya Rostova. La famiglia infatti aveva cercato di ottenere che la giovane si sottoponesse direttamente al test del DNA.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Positivo al Covid”: nuovo rischio focolaio, allerta massima in serie A

Il gruppo sanguigno però potrebbe essere un dettaglio determinante, dal momento che la Pipitone aveva un gruppo sanguigno poco diffuso. Nei giorni scorsi l’avvocato Frazzitta aveva contattato l’emittente russa per ottenere un accordo che tutelasse al massimo la famiglia. Nel frattempo Piera Maggio ha fatto eco alle parole dell’avvocato con un post su Facebook. Sul suo profilo infatti la mamma di Denise aveva scritto: “Il dolore di una madre non si ripaga con il ricatto mediatico“.