Bezos dà le dimissioni da Amazon: “colpa” della teoria dello sbadiglio

Jeff Bezos dà le sue dimissioni da CEO di Amazon. La ragione? È ben descritta dalla sua curiosa “teoria dello sbadiglio”

Jeff Bezos Ceo di Amazon
Il Padre di Amazon, Jeff Bezos / Getty Images

Jeff Bezos, 196,4 miliardi di dollari questo è il valore netto dell’uomo che ha inventato la più grande piattoforma e-commerce che ha rivoluzionato il nostro modo di fare acquisti.

Leggi anche >> Marilyn Manson, dopo le accuse di violenza guai grossi per la sua carriera

Le “Azioni” del CEO più famoso al mondo

Amazon nasce in un garage di Seattle nel 1994. Bezos in seguito al successo di Amazon, divorzia con sua moglie MacKenzie Scott, a cui da il 10% del pacchetto di azioni Amazon, facendo notizia.

Dal gran cuore, oltre che del portafoglio, Jeff Bezos, si impegna nel Febbraio 2020 nella lotta contro il cambiamento Climatico.

Infatti, instituisce un’iniziativa chiamata Bezos Earth Fund, in cui investe circa il 10% del suo patrimonio netto. 

Bezos possiede anche Il Washington Post e una compagnia spaziale: la Blue Origin.

Leggi anche >>> Fallisce il mandato esplorativo, Mattarella chiama Draghi

“Lo sbadiglio è segno di normalità” ecco perchè Besoz si dimette:

Amazon Logo
AMAZON (Getty Images)

Analizzando l’attuale situazione finanziare di Amazon, il suo Ceo sostiene che la piattaforma e-commerce è nella sua fase creativa ed evolutiva più forte. Per tale motivo, sostiene che ha bisogno di una transizione.

In merito all’attuale situazione, Jeff infatti dice: “Se la fai bene, pochi anni dopo, un’invenzione sorprendente diventa la normalità. La gente sbadiglia”. Poi continua dicendo: “Quello sbadiglio è il più grande complimento che un inventore possa ricevere.

Ecco perché nel terzo trimestre, Jeff Bezos passerà il ruolo di direttore esecutivo al Ceo di Amazon Web Services: Andy Jassy.

Durante la pandemia globale, le azioni di Amazon sono aumentate del 67% a causa del cambio di abitudini di acquisto e consumo dei clienti.

Infatti, La società ha incassato più di 100 milioni di dollari nel quarto trimestre. Da questi dati esorbitanti, il Ceo di Amazon ha avanzato al sua decisone di dimettersi a “sorpresa“.