Morte Astori, è arrivato l’esito della perizia del Tribunale

In seguito alla morte di Astori, era stata predisposta una perizia per appurare le cause che avevano determinato il decesso del capitano della Fiorentina. Perizia il cui esito stabilisce che la morte di Astori non poteva essere evitata. 

Morte Astori
Davide Astori – GettyImages

Non c’era alcun modo per riscontrare la patologia di cui soffriva Davide Astori. A stabilirlo è la perizia disposta dal Tribunale di Firenze per capire quale fu la causa della morte del capitano della Fiorentina.

A riportare la notizia è il sito di La Repubblica. L’esito della perizia sembra favorevole nei confronti di Giorgio Galanti, ex direttore della Medicina Sportiva dell’ospedale di Careggi e unico imputato per omicidio colposo.

Per Galanti, che è assistito dall’avvocato Sigfrido Fenyes, le accuse vertevano proprio sul fatto che il medico avesse certificato l’idoneità sportiva del giocatore nonostante le prove da sforzo avessero evidenziato le anomalie.

Potrebbe interessarti – Calciomercato serie A 2021: tutti i trasferimenti squadra per squadra

 

Morte Astori, è arrivato l’esito della perizia del Tribunale

morte Astori
Davide Astori – GettyImages

Secondo gli esami effettuati, le anomalie che emersero durante la prova sotto sforzo, al momento delle visite mediche a cui si sottopose Astori, potevano essere approfondite con l’holter cardiaco. Ma anche con l’utilizzo di questo strumento sarebbe stato difficile riscontrare la patologia che il 4 marzo del 2018 portò alla morte del difensore viola, mentre era in ritiro a Udine con il resto della squadra, poco prima della gara contro i friulani.

Potrebbe interessarti – Un anno senza Kobe Bryant: il ricordo commosso di Fedez

In definitiva, secondo quanto emerso dalla perizia effettuata dal medico legale Gian Luca Bruno e il cardiologo Fiorenzo Gaita, non c’era modo di evitare la morte di Astori.