Sentenza arrivata, ora è ufficiale: Sgarbi condannato

Nel dicembre del 2016 Vittorio Sgarbi pubblicò un video in cui offese Virginia Raggi. Il giudice monocratico di Roma condanna il critico d’arte al pagamento di una multa da mille euro e di una provvisionale di 10 mila euro.

Sgarbi
Sgarbi (Getty Images)

Si è conclusa oggi la disputa giudiziaria che ha visto uscire vincitrice Virginia Raggi. Nel 2016 la sindaca, in un video pubblicato dallo stesso critico d’arte, è stata offesa in un video in cui Sgarbi, secondo quanto riferito dallo stesso giudice al momento della sentenza “riconosce l’onestà intellettuale del sindaco, affermando però che ciò non è sinonimo di capacità nella gestione delle vicende politiche“.

Si tratta” conclude il giudice ” di affermazioni offensive, gratuite, un mero dileggio“.

Leggi anche>>>Matteo Renzi, tutto sull’uomo che ha in mano il destino dell’Italia

La reazione di Vittorio Sgarbi e di Virginia Raggi

La sindaca, presente oggi in aula al momento, è apparsa ovviamente soddisfatta, per la vittoria in una battaglia che ha considerato quasi emblematica.

I suoi commenti sono affidati ad un post social:” Oggi Sgarbi condannato per diffamazione aggravata nei miei confronti. Il clima di barbarie e volgarità che personaggi come lui stanno creando è inaccettabile. L’insulto non è confronto. Comunque non mi spaventano i criminali, figuriamoci i bulletti da salotto“.

Leggi anche >>>Di Maio: AMMISSIONE che nessuno si aspettava. Si vota?

Vittorio Sgarbi, invece, concentrato sulle vicende di palazzo e sulla crisi di governo, non ha lasciato spazi a commenti riguardanti la sentenza, almeno sui suoi social. Obiettivo del suo recentissimo post sono stati gli odiati cinque stelle, con cui Sgarbi non ha mai avuto ottimi rapporti. Noti sono i suoi video nella campagna elettorale per il seggio di Pomigliano D’Arco contro l’attuale ministro degli esteri Luigi di Maio.

La critica di Sgarbi è ironica e pesante su conte, che salute con un “Giuseppi”, figlio di un banale errore di pronuncia di Donald Trump: #crisidigoverno Ciao “Giuseppi”. Porteremo tra i nostri ricordi la tua pochette bianca @Adnkronos @stampasgarbi