Di Maio e l’AMMISSIONE che nessuno si aspettava: si vota?

A sorpresa, il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio sembra avere cambiato opinione: l’idea che l’Italia possa andare al voto in tempi brevi non è da escludere.

 

 

Il premier Conte ha ottenuto pochi giorni fa la fiducia sia alla Camera sia al Senato, risultato ottenuto però non senza poche difficoltà, soprattutto dopo che gli esponenti di Italia Viva hanno deciso di asternersi dal voto. Questo permetterebbe così al presidente del Consiglio, grande protagonista in questi mesi di lotta alla pandemia, di proseguire con il suo operato, anche se l’opposizione non ha mai nascosto il suo scetticismo. Da più parti, infatti, si è invocata la necessità di andare al voto, mentre c’è chi ritiene non sia il momento adatto per farlo, soprattutto ora che sono in tantissime le famiglie italiane in sofferenza a causa delle restrizioni introdotte, anche se ritenute necessarie per fermare il dilagare dei contagi da Covid-19.

Potrebbe interessarti – Giuseppe Conte, c’è un retroscena molto strano nel suo passato: ecco quale

A sorpresa, il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che era uno degli esponenti della maggiioranza anche durante il periodo di convivenza con la Lega, sembra avere cambiato idea. Anzi, l’esponente dei Cinque Stelle non ritiene così impossibile l’idea di tornare alle urne in tempi non troppo lontani.

L’Italia può tornare al voto in tempi brevi? L’opinione del Ministro Di Maio

Inaspettatamente, Luigi Di Maio ritiene che non sia così semplice continuare a operare in questa situazione. Il rischio di andare incontro a scontri all’interno della maggioranza non è da escludere. “Poter dialogare nella situazione in cui ci troviamo ora con Italia Viva non sembra essere semplice. Questo rende quindi complesso governare. Proseguire tanto per farlo non è l’ideale per il Paese, a quel punto anch’io ritengo che l’unica strada siano le elezioni” – ha detto a a Mezz’ora in più su Rai3.

Potrebbe interessarti – Conte incontra Mattarella dopo il Consiglio dei Ministri: “Crisi di governo? Spero di no”

Le divisioni non sembrano però coinvolgere il suo partito: “All’interno del Movimento Cinque Stelle l’armonia non manca. Conte ha chiarito il suo pensiero, non è possibile dialogare con Renzi vista la situazione attuale. In caso di dubbio se allearsi con Conte o Renzi, noi puntiamo sul premier” – ha concluso.