Vaccino Moderna in arrivo: 764mila nuove dosi

In arrivo il nuovo vaccino Moderna, saranno 764 le nuove dosi per gli italiani in arrivo entro la fine di febbraio. Continuano le vaccinazioni.

vaccino Moderna
vaccino Moderna (Getty Images)

Siamo già a 500mila nuovi vaccinati in Italia, ma le vaccinazioni non si arrestano. Stiamo aspettando non solo l’arrivo di Moderna ma anche di AstraZeneca. “La vera strada per uscire da questi mesi e da questa crisi così difficile” ha esortato il Ministro Speranza. Necessario sperare nei vaccini, vista la situazione della curva epidemiologica, per iniziare a sbloccare la situazione il Governo vuole far salire il numero di vaccinati, per abbassare l’indice Rt.

L’arrivo del vaccino di Moderna è stato messo a punto dagli uffici del Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri. Lo stesso Speranza però ha anche confermato che “siamo ancora all’inizio del percorso e le dosi di cui disponiamo sono ancora evidentemente limitate“. Importanti, proprio per questo, le dosi AstraZeneca per arrivare a coprire i 6.4 milioni indicati nel piano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>Covid19: scoppiano i casi in California, ecco i dati

Arrivano le dosi Moderna

vaccino Moderna spedizioni
vaccino Moderna spedizioni (Getty Images)

Arrivano a partire da lunedì le prime 47mila dosi del vaccino di Moderna. Entro la fine di febbraio l’Italia arriverà alla somma totale di 764mila che si dovranno necessariamente aggiungere a quelle garantite da Pfizer con un invio di 470mila a settimana, e a quelle di AstraZeneca non appena finiranno i controlli dell’EMA.

A differenza di Pfizer, però, Moderna spedirà le dosi ogni due settimane: dopo le prime 47mila, arriveranno le altre nella settimana del 25 gennaio: si parla di 66mila nuove dosi. Poi a seguire quella dell’8 febbraio di 163mila e per quella del 22 febbraio di 488mila.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>Covid-19, nuovo vaccino AstraZeneca: quando arriva in Italia?

Solo se si seguiranno rigorosamente questi schemi l’Italia potrà vantare i vaccinati previsti sul piano. Bisogna sperare sugli accertamenti del vaccino inglese per riuscire ad avere una buona copertura efficace sulla curva di contagi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.