Paura nella notte a Napoli, una voragine di 50 metri nei pressi dell’Ospedale

A causa di un’esplosione un’enorme voragine si è aperta all’Ospedale del Mare di Ponticelli, nella periferia di Napoli. Costretti ad evacuare il Covid Residence. Niente morti nè feriti.

Ospedale del Mare voragine esplosione
Fonte: Getty Images

Questa mattina intorno alle sei, presso l’Ospedale del Mare di Ponticelli, è stato avvertito un grande boato, seguito da fumo e da un crollo. Un’esplosione infatti ha fatto aprire una voragine di 50 metri nel parcheggio sotteraneo dell’ospedale della periferia est di Napoli. La situazione ha costretto a l’evacuazione del Covid Residence che ospitava sei pazienti.

Le cause

All’inizio si era pensato ad un atto di origine dolosa, ma a causare il cedimento è stato , secondo le prime ricerche svolte dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri accorsi sul luogo, lo scoppio di una tubatura sotteranea dell’ossigeno sanitario. La voragine ha un’ampiezza di 2000 metri quadrati e una profondità di 20 metri e al momento sono in atto ulteriori accertamenti per capire l’entità del danno e valutare il pericolo di nuovi crolli. Molto probabilmente la magistratura aprirà comunque un’inchiesta per chiarire le circostanze dell’evento.

LEGGI ANCHE >>>>>>> SUICIDIO LUCIO MARROCCO 

I disagi

Ospedale del Mare voragine esplosione
Vincenzo De Luca in un ospedale – Fonte: Getty Images

L’evento ha causato l’interruzione dell’alimentazione elettrica in tutta la cabina principale dell’ospedale. La struttura è dotata però di gruppi elettrogeni che stanno permettendo il mantenimento dell’attività assistenziale. La voragine ha inghiottito anche alcune automobili che si trovavano parcheggiate nel posto, ma nessuno è rimasto ferito perchè le autovetture erano vuote.

Il Covid Residence, il luogo dove vengono ospiatti i pazienti asintomatici o paucisintomatici di Covid-19, è stato momentaneamente evacuato e chiuso a causa dell’impossibilità di fornire luce e acqua calda. Ben presto è giunto all’Ospedale del Mare il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca per conferire con Ciro Verdoliva, direttore dell’Asl Napoli 1. La struttura infatti è uno dei principali presidi ospedalieri della città di Napoli e si teme che l’accaduto possa comprometterne l’operatività. Un problema urgente in tempi di pandemia.

POTREBBE INTERESSARTI–>Ultim’ora, Vaccino Covid: ok dell’Ema ad un nuovo farmaco ritenuto sicuro ed efficace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.