Ballando con le Stelle, è caos | Spunta un retroscena al veleno: pronti al massacro

Scoppia il caso a Ballando con le Stelle: le dichiarazioni del concorrente scatenano un vero vespaio in rete, puntata infuocata in arrivo.

Milly Carlucci, Ballando con le Stelle 20221027
Milly Carlucci, Ballando con le Stelle (fonte raiplay)

La conduttrice Milly Carlucci ha da poco varato la nuova e attesissima edizione del suo dancing-show “Ballando con le Stelle”. La rodata professionista ha trascorso l’estate reclutando i talenti più promettenti dello spettacolo grazie al progetto “Ballando on the road”, e sfoderando infine una scuderia di tutto rispetto.

Dopo le inziali polemiche, legate al battibecco tra Selvaggia Lucarelli e la cantante Iva Zanicchi, il polverone sul programma non accenna a calare di intensità. Nonostante i tentativi di Milly di mantenere lo status-quo e la parvenza elegante e sobria del programma, i concorrenti in gara sembrano remarle contro nel duro compito.

L’esperto televisivo Davide Maggio, infatti, ha pubblicamente messo alla berlina Gabriel Garko. Il modello ed attore danza in coppia con la ballerina Giada Lini e, al termine di una rumba particolarmente suggestiva, ha assicurato ai giurati di essere un profano nel mondo della danza. Secondo le indiscrezioni di Davide Maggio, invece, Gabriel Garko avrebbe seguito un corso intensivo di valzer, rumba, tango e fox-trot per esigenze di copione durante le riprese di un film su Rodolfo Valentino.

Nelle ultime ore, ulteriori nubi si stanno addensando sull’attempato Giampiero Mughini, novello ballerino a fianco della maestra Veera Kinnunen. Scopriamo cos’è accaduto…

Ballando con le Stelle, Giampiero Mughini sbugiardato dopo la diretta dello show

Giampiero Mughini, Ballando con le Stelle direttanews.com 20221027
Giampiero Mughini, Ballando con le Stelle (fonte raiplay)

Il critico Giampiero Mughini non è nuovo a controversie e furibonde risse verbali; tuttavia, nel programma di Milly Carlucci cerca di mantenere un aplomb contenuto e politicamente corretto. Al termine di un passo a due con Veera Kinnunen sulle note di “A muso duro” di Pierangelo Bertoli, Mughini ha espresso il suo apprezzamento per il cantastorie emiliano.

Sebbene il cantautore del popolo sia deceduto nel 2002, il figlio Alberto Bertoli ha espresso il suo parere al riguardo. Secondo l’erede dell’icona del rock, Giampiero Mughini in passato avrebbe apertamente insultato il lavoro del padre, salvo poi ripulirne l’immagine a “Ballando con le Stelle”.

Alberto Bertoli ha cinguettato sarcasticamente su Twitter: “Mio padre mi raccontò come, nel 1992, al Festival di Sanremo, dopo aver cantato “Italia d’oro”, Mughini nel dopo festival gli disse qualcosa tipo: “Questi cantautori di sinistra con le loro solite invettive anni ’70 hanno stancato. Non dicono niente di nuovo, il loro scrivere ormai è plenonastico”… Mi fa piacere sapere che ha cambiato idea”. Il figlio del cantautore ha aggiunto, citando un passo della canzone del padre: “E le masturbazioni cerebrali le lascio a chi è maturo al punto giusto/Le mie canzoni voglio raccontarle a chi sa masturbarsi per il gusto. Ora e sempre, “A muso duro”…“.

Giampiero Mughini molto probabilmente dovrà fronteggiare le sue responsabilità in merito, probabilmente di fronte alla severa giuria di “Ballando con le Stelle”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *