Jeffrey Dahmer mania | Bufera eBay, scatta il comunicato: “Prenderemo provvedimenti”

La nuova serie-tv di Netflix dedicata al serial killer Jeffrey Dahmer scatena l’isteria generale: eBay comunica lo stop alle inserzioni.

eBay, Jeffrey Dahmer direttanews.com 20221018
eBay, Jeffrey Dahmer (fonte web)

Il colosso di broadcast Netflix ha recentemente lanciato la serie-tv più scabrosa degli ultimi dieci anni. La piattaforma promuove attualmente “Dahmer – Mostro: la storia di Jeffrey Dahmer“, biografia basata sulle gesta del prolifico ed efferato serial killer omonimo, attivo in Wisconsin dalla fine degli anni ’70 all’inizio degli anni ’90.

L’ideatore Ryan Murphy ha annunciato il release della fiction a partire dal 21 settembre 2022, ma senza preventivare il contraccolpo emotivo nel pubblico. Un numero sempre maggiore di fan, infatti, ha cominciato ad osannare la figura del “cannibale di Milwaukee”, imprimendosi su pelle la sua effigie e acquistando completi da cosplay ispirati al suo look inconfondibile.

La dilagante “Jeffrey Dahmer  mania” ha prevedibilmente spinto uno dei familiari delle 17 vittime accertate a citare la piattaforma eBay per bloccare la vendita dei set cosplay a tema.

eBay emana il comunicato ufficiale: stop al merchandising su Jeffrey Dahmer

Evan Peters direttanews.com 20221018
Evan Peters (fonte web)

Come anticipato, la serie-tv di Netflix interpretata da Evan Peters, e composta da 10 puntate, ha diffuso nel pubblico una fascinazione morbosa. Il conseguente dilagare delle immagini del killer in rete ha indotto all’azione Shirley Hughes, madre del modello sordomuto Tony, deceduto in seguito alle sevizie di Dahmer. La donna ha preteso che eBay mettesse un freno alla speculazione sulla figura dell’omicida e la piattaforma, di rimando, ha prontamente esaudito la sua richiesta.

Il portale TMZ ha infatti anticipato il comunicato ufficiale da parte dei vertici di eBay che annuncia la rimozione di tutti gli articoli assimilabili al “cannibale di Milwaukee”. La vendita di tali indumenti e accessori, infatti, violerebbe la politica aziendale, che condanna fermamente le incitazioni all’odio, alla violenza e al crimine.

Un portavoce di  eBay ha dichiarato alla testata LADbible; “In base alla nostra politica su disastri e tragedie, eBay non consente la vendita di articoli che ritraggono, glorificano o tentano di trarre profitto dalla tragedia o dalla sofferenza umana, o che sono insensibili alle vittime di tali eventi. Il nostro team sta esaminando una serie di articoli elencati in relazione a Jeffrey Dahmer e prenderà provvedimenti ove opportuno“.

Sembra perciò che, almeno su eBay, l’oggettistica e i capi di abbigliamento ispirati a Jeffrey Dahmer saranno prontamente rimossi e resi irreperibili sul sito. Shirley Hughes ha commentato su TMZ: “Vedere una serie di successo sul serial killer che ha ucciso tuo figlio è straziante. E adesso dover vedere perfino gente che si veste come quell’assassino è davvero qualcosa di indigeribile.“.