Allarme Acne | La cura inizia a tavola: evita 5 alimenti dannosi

Quando scatta l’allarme acne possiamo ricorrere ad un rimedio spesso sottovalutato: l’alimentazione. Ecco come combattere questo inestetismo della pelle.

allarme acne direttanews.com 20221018
allarme acne (fonte pexels)

L’acne si configura come un inestetismo della pelle piuttosto invalidante e fastidioso. Mina spesso l’autostima, e provoca abrasioni ed eruzioni purulente e multiple sulla superficie del viso, del collo e delle spalle. Questo processo infiammatorio a carico dei follicoli e delle ghiandole sebacee interessa principalmente gli adolescenti e i ragazzi in età prepubere, ma può trascinarsi fino all’età adulta, soprattutto se trascurato.

Esistono in commercio molti detergenti specifici e creme appositamente formulate per ridimensionare l’acne seborroica, ma la salute, come sempre, passa prima dalla tavola. Ecco quali sono i cibi alleati della pelle e quelli, al contrario, da evitare come la peste!

Allarme acne: alimenti in & alimenti out

allarme acne direttanews.com
allarme acne (fonte pexels)

Prima di spendere follie per prodotti appositamente studiati per il contrasto dell’acne, possiamo analizzare le nostre abitudini alimentari, ed individuare eventuali margini di miglioramento. Il cibo contribuisce attivamente a innescare delle risposte significative da parte dell’organismo, e alcuni alimenti sono in grado di lenire le infiammazioni cutanee e sebacee.

Cerchiamo innanzitutto di privilegiare a tavola frutta e verdura: questi vegetali sono ricchi di vitamine C ed E, nonché dei preziosi antiossidanti. Via libera anche all’integrazione di glucidi complessi, sali minerali, proteine, fibre e grassi buoni: una dieta bilanciata garantisce da sola la risoluzioni delle più comuni patologie fisiche. I probiotici, infine, possono aiutare a curare l’acne dall’interno del corpo, apportando i fermenti lattici necessari per la corretta funzione dell’intestino. Ricordiamo infatti che i disturbi gastrointestinali possono facilmente sfociare in eruzioni e rash cutanei, aggravando le condizioni dell’epidermide.

Bando, al contrario, a manicaretti fritti ed alimenti ad alto contenuto di grassi: molto spesso questi alimenti incoraggiano il proliferare di antiestetici e dolorosi brufoletti sulla cute. Lo stesso vale per i cibi ad alto indice glicemico: è dimostrato che l’abuso di zuccheri e dolciumi è il nemico numero 1 per la salute della pelle.

Attenzione infine anche al consumo di sale: in genere è sempre consigliabile consumarlo in quantità piuttosto ridotta. Sopperiamo piuttosto alla sua mancanza con delle spezie a nostro piacere, ne esistono in gran quantità e varietà. Lo stesso vale anche per le bibite zuccherate e i succhi di frutta, per non parlare dei drink fuori pasto. In linea teorica, infatti, è sempre meglio preferire una corretta e costante idratazione a base di acqua. Questa pratica scoraggerà anche l’insorgere di patologie quali cellulite e ritenzione idrica!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *