Arriva il Bonus Natale: quanto vale e come ottenere il contributo dal proprio comune

Con il bonus Natale i comuni hanno messo a disposizione una serie buoni spesa per aiutare le famiglie in difficoltà per il periodo natalizio.

Soldi
Spesa [Fonte Paxabay]
Quest’anno più che mai sono stati erogati diversi tipi di sostegno per aiutare le famiglie in difficoltà, anche a causa della pandemia- responsabile dell’aggravamento della crisi economica. Per questo oggi i comuni hanno ottenuto dal governo Draghi il via libera per il Bonus Natale, un contributo economico che punta ad aiutare le famiglie con buoni spesa che però avranno un altro tipo di target. Se infatti solo pochi mesi fa si è parlato del bonus tv, che si considera bene voluttuario, oggi si pensa in concreto ad aiutare i nuclei famigliari con dei buoni per i generi alimentari. Di seguito tutti i dettagli sugli aventi diritto e le modalità per richiedere il bonus.

LEGGI ANCHE>> Bonus tv, firmato il decreto: come funziona e chi ne ha diritto

Bonus Natale: quali famiglie possono richiederlo e come

Calcolatrice
Spesa [Fonte Paxabay]
Il governo Draghi ha finalmente stanziato un fondo per aiutare le famiglie in difficoltà nel delicato momento del Natale; non si può infatti non considerare che durante le feste ci si riunisce ai propri cari, ma molto spesso si riscontra una certa difficoltà nell’affrontare le spese relative al cenone – che sia di vigilia di Natale o di Capodanno.

Per questo si è optato per un aiuto che questa volta però partirà direttamente dai comuni; il governo ha infatti stanziato 250 milioni per un fondo gestito direttamente dai comuni, che avranno il compito di individuare i nuclei famigliari che ne hanno diritto. Il bonus sarà poi rilasciato sotto forma di buono spesa e sarà dunque valido soltanto per l’acquisto di beni alimentari – e non regali e acquisti.

LEGGI ANCHE>> Manuel Bortuzzo: “Non voglio farlo qui dentro” | Decisione irrevocabile

Il calcolo sarà infatti effettuato in base all’ISEE e sarà maggiore per nuclei famigliari più numerosi. Per richiederlo invece sarà necessario compilare una domanda online, che sarà disponibile sul sito del comune di residenza. Quest’ultimo analizzerà le domande e distribuirà i buoni in base alle disponibilità. I fondi infatti sono stati erogati in base ad una proporzione sulla popolazione di ciascun comune e su rispettivi redditi comunali pubblicati dal ministero dell’economia.