“Guadagni che noi ci scordiamo”: Paolo Bonolis, indiscrezione clamorosa della collega

Paolo Bonolis, la bravura del conduttore fa paura a molti esponenti del campo, ma la collega lo difende a spada tratta

Antonella Clerici e Paolo Bonolis
Antonella Clerici e Paolo Bonolis (Instagram)

Lo storico conduttore della tv italiana Paolo Bonolis, nonostante il suo talento, è sempre stato un personaggio scomodo per quel contesto così chiuso e concorrenziale.

Lavorare in tv non è facile: c’è esaltazione ma anche rapporti di potere e, a parte pochi casi di stima, sono sempre l’uno contro l’altro.

Proprio qualche giorno fa anche Enrico Papi alludeva al carattere poco simpatico di Bonolis che gli aveva fatto rischiare la carriera più volte, come altri personaggi di successo della tv.

Ma non è il primo e non sarà l’ultimo a tirar frecciate al conduttore di successo. Questa volta però nonostante le critiche è arrivata in soccorso Antonella Clerici a spezzare una lancia per lui in merito al cachet esorbitante della puntata del Festival di Sanremo di anni fa. Vediamo nello specifico cosa ha dichiarato la collega.

Potrebbe interessarti anche >>Lulù Selassié invasata, drammatica sceneggiata in Casa: arriva il gesto disperato

Paolo Bonolis viene difeso da Antonella Clerici: svelato il perché del chachet di Sanremo da capogiro

Antonella Clerici e Paolo Bonolis
Antonella Clerici e Paolo Bonolis (web)

Durante un’intervista è stato chiesto ad Antonella Clerici come mai quando lei condusse Sanremo insieme a Bonolis il suo cachet fosse dimezzato rispetto a quello del conduttore.

Non era una questione uomo-donna, ma Mediaset-Rai, questa è la verità” ha spiegato Antonella, confessando di nutrire molta stima nei confronti di Paolo.

Potrebbe interessarti anche >>“Mi fa venire i nervi”: Antonella Clerici non ci sta, sfogo a sorpresa e senza freni

Lui arrivava da lì, a Mediaset hanno guadagni che noi ci scordiamo, il rapporto è 1 a 10; chi fa la tv pubblica sa che a parità di esposizione e popolarità guadagna sempre molto meno. Nella tv, non tanto a livello dirigenziale, ma di conduzione, le donne contano” ha continuato a spiegare la donna, scagionando il suo collega e l’intera organizzazione del Festival da preferenze di genere.