Alessio Boni, una confessione inattesa: “Ti cambia e ti massacra”

L’attore Alessio Boni è diventato papà nel marzo 2020 per la prima volta e tra poco lo sarà di nuovo. Ecco come è cambiata la sua vita.

Alessio Boni paternità figlio
Alessio Boni con il braccio il figlio Lorenzo – Fonte: Instagram

Alessio Boni ha raggiunto la notorietà nei primi anni 2000 quando è diventato uno dei protagonisti della fortunata serie Incantesimo, ma ha fatto il salto di qualità della sua carriera partecipando nel 2003 al film La meglio gioventù vicendo anche il Nastro d’argento.

Tanti film e successi dopo, la carriera di Boni è ormai assicurata e l’attore si gode con serenità l’attesa del secondo figlio insieme alla compagna Nina Verdelli. Alessandro è diventato papà per la prima volta nel marzo 2020, quando è nato il piccolo Lorenzo, e l’esperienza ha cambiato completamente la sua vita.

Durante una sua recente intervista con Diva e Donna, Boni ha raccontato cosa ha significato per lui diventare padre e come la sua vita è stata completamente stravolta. Fare il genitore è un mestiere che lo sta cambiando ogni giorno, tanto più con un secondo bebè in arrivo.

LEGGI ANCHE >> “Io sono il test”: Carmen Consoli e la maternità, una scelta controversa

La paternità

Alessandro Boni, come molti artisti di questo settore, è stato bloccato con il lavoro per quasi un anno e mezzo, ma questo gli ha dato la possibilità di godersi la sua famiglia che si stava allergando; infatti Lorenzo è arrivato proprio ad inizio pandemia. “Fondamentalmente sto riprendendo ora a lavorare perché sono stato bloccato dalla pandemia con le chiusure di set e teatri.  Ho passato tanto tempo con la famiglia, accanto a mio figlio in pieno lockdown”, ha spiegato.

Oggi l’attore sta ricominciando a lavorare, ma certo troverà tempo per occuparsi del suo secondo bambino dato che come ha spiegato nell’entervista le sue priorità sono state del tutto riorganizzate.

LEGGI ANCHE >> Matteo, bello e bravo il figlio di Andrea Bocelli: il suo futuro tra moda e musica

“Da quando sono diventato papà sto cambiando mano mano. È un anno e mezzo che sono padre, però sicuramente un figlio ti cambia, ti dà un altro fuoco; cambiano le tue priorità, ti dona un’altra forma d’amore, diversa da quella che conoscevi sino ad allora. E poi boom, ti arriva questo amore incondizionato che ti cambia, spero in meglio, anche se ti massacra perché non ti fa dormire”,  ha raccontato.