Amadeus, dietro la felicità c’è un mistero: “I medici devono dirmelo subito”

Il conduttore Amadeus ha un segreto che lo attanaglia, dietro il sorriso smagliante da uomo risoluto si nascondono delle fragilità 

Sanremo 2022 ottimismo
Amadeus – Fonte: Instagram

Lo riconosciamo per il sorriso e la risposta sempre pronta, dai vari programmi in Rai fino all’ambito Festival di Sanremo: il volto di Amadeus è ormai una garanzia per la tv italiana. Ha condotto per due volte di fila il festival della canzone italiana, nonostante l’assenza della platea per via del Covid e, soprattutto, nonostante la sua iniziale protesta.

Si è fatto in quattro per portare lo show nei salotti degli italiani, per non rinunciare alle tradizioni a cui il popolo è legato da troppo tempo. Ma dopo l’esperienza di quest’anno, il conduttore ha scelto di non esserci per una terza volta. Almeno, così aveva dichiarato mesi fa durante la conferenza stampa di fine festival… adesso le cose sembrano essere cambiate.

Nonostante l’incertezza generale per il festival 2022, è quasi certo che sarà proprio il volto di Amadeus a tornare sul palco dell’Ariston: ultimamente sono stati paparazzati il conduttore e Fiorello a cena fuori, sarà iniziato il corteggiamento di Amadeus per Sanremo 2022? Molto probabilmente sì. Ma cosa nasconde il conduttore dietro quel sorriso così sicuro di sé? Vediamolo nello specifico…

Potrebbe interessarti anche >>Giulia Salemi, un’infanzia da emarginata: colpa del suo aspetto

Amadeus e il segreto che nasconde dietro il sorriso

Amadeus
Amadeus (Instagram)

E’ stato proprio il presentatore a raccontarlo. Amadeus quando era piccolo fu ricoverato per una malattia invalidante che lo segnò psicologicamente per tutta la vita. Ancora oggi dopo decine di anni continua a sentire addosso il peso di quel ricovero.

Potrebbe interessarti anche >>Un Posto Al Sole anticipazioni: aggressione tremenda, Niko nei guai

“Iper-ipocondriaco, lo ammetto […] I miei medici lo sanno: quando li chiamo mi devono vedere e dire subito cosa ho” così ha confessato alla stampa senza peli sulla lingua. Una debolezza che mai nessuno si sarebbe aspettato da una personalità forte come la sua. Insomma, anche gli eroi mediatici nascondono il loro tallone d’achille: nessuno è invincibile.