Amadeus e la bugia che gli ha cambiato la vita: il sogno è partito da lì

Le bugie non sono sempre così negative, lo sa bene Amdeus che mentì per ottenere un lavoro e cambiò la sua vita.

Amadeus conduttore radio bugia
Amadeus – Fonte: Instagram

Amadeus si trova sicuramente in un periodo d’oro per quanto riguarda la propria carriera professionale; il culmine è stato raggiunto quando è arrivato alla conduzione di Sanremo 2020 e il suo successo non sembra arrestarsi. Dopo un’edizione 2021 molto apprezzata si parla della sua riconferma anche per il 2022.

Ne ha fatta di strada il noto conduttore romagnolo che ha iniziato a fare le prime esperienze in una radio locale. Amadeus infatti esordì nell’emittente locale di Radio Verona, per poi passare nel 1984 a Radio Blu. Due anni più tardi arrivò l’occasione della vita che lui non si fece certamente scappare.

Nel 1986 il giovane Amadeus era impegnato nel servizio radiofonico del Festivalbar, quando incontrò Claudio Cecchetto. Grazie ad una piccola bugia riuscì ad ottenere la possibilità che gli avrebbe svoltato la carriera e la vita.

LEGGI ANCHE >> Pechino Express, il famoso concorrente si è sposato: una confessione da brividi

Una bugia

Amadeus ha raccontato il suo inizio in radio in una recente intervista per il settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni, spiegando come è arrivato da una radio locale al mondo dello spettacolo. Ad aiutarlo a raggiungere i suoi obbiettivi è stata la sua forte determinazione: aspettò un produttore per ben 6 ore. “Vivevo a Verona e c’era una data del Festivalbar all’Arena, per questo sapevo che Vittorio Salvetti era in un albergo in città. Lo avvicinai nella hall. ‘Le vorrei dare un mio provino’ gli dissi. ‘Va bene salgo in camera e scendo subito’, mi rispose Salvetti”, ha spiegato.

LEGGI ANCHE >> “Non mi aspettavo d’essere attaccato”: UeD, il cavaliere replica alle accuse

Salvetti aveva usato la scusa per toglierselo di torno, ma quando scendendo lo trovò ancora lì ad aspettarlo rimase colpito dalla sua determinazione e decise di presentarlo a Claudio Cecchetto. Amadeus colse la palla al balso e raccontò qualche piccola bugia che lo aiutasse ad ottenere il lavoro a Radio Deejay: disse che era di Milano, viveva vicino alla radio e faceva il doppiatore di telenovelas.

“Cecchetto prese il mio provino dicendomi ‘ti farò sapere’. Il giovedì successivo mi chiamò dicendomi che avrei cominciato lunedì, turno dalle 7 alle 9. La mattina mi svegliavo alle 4 per prendere i treni. Dopo un paio di mesi ero distrutto. Andai da Cecchetto e gli confessai tutto, convinto che mi avrebbe licenziato. Invece, mi aiutò a trovare un monolocale. Sono riconoscente a Claudio”, ha raccontato il conduttore.