Tommaso Zorzi, un fiume in piena: Renzi asfaltato

L’ex gieffino Tommaso Zorzi si esprime sul dietro-front di Renzi in merito al Ddl, il discorso è illuminante: asfalta il politico

L’influencer Tommaso Zorzi (screenshot Twitter)

Tommaso Zorzi, dopo aver vinto il Grande Fratello Vip, è riuscito ad avere tantissima visibilità. Da tempo continua a lottare per le comunità LGBTQ+ e per i loro diritti. In quanto 26enne gay è anche grazie alle sue esperienze che ha maturato la consapevolezza di dover aiutare tutte quelle persone che si sono trovate nella sua situazione: paurose ed incerte sul coming out per non rischiare di essere giudicate e bullizzate.

Adesso che è diventato volto noto, l’ex gieffino ci tiene a dire la sua in merito all’approvazione del Ddl Zan. Negli ultimi giorni si è aperta una vera e propria diatriba tra Chiara Ferragni e Matteo Renzi: l’influencer ha accusato il politico di non saper gestire la questione, insomma, di non saper fare il politico. La discussione sull’approvazione del Ddl si fa sempre più spinosa e molti influencer che hanno un certo seguito cercano di spostare l’opinione pubblica per far ragionare i politici sul bisogno di un cambiamento radicale per il paese: c’è bisogno di una rinascita, di un’apertura.

Anche Tommaso Zorzi si è esposto sulla questione, vediamo però nello specifico le parole usate per riflettere in merito all’attuale diatriba.

Potrebbe interessarti anche >>Alfonso Signorini, il GF Vip va svecchiato: rivoluzione Prelemi in arrivo

Tommaso Zorzi dice la sua sul Ddl Zan e sulla politica di oggi: Renzi asfaltato

Tommaso Zorzi
Tommaso Zorzi [Fonte Instagram]
Open, la testata di Mentana, ha intervistato Tommaso Zorzi in merito alla questione del Ddl Zan. “Mi piacerebbe che ci fosse gente più titolata di noi a portare avanti battaglie così importanti. (si riferisce agli influencer che prendono il posto dei politici) Ci impegniamo a sostenere la causa ma è triste che siamo, più di tanti altri, a farlo in prima linea”.

“Il nostro è un Paese in cui persone come Fedez e Chiara Ferragni diventano paladini di tematiche che andrebbero discusse alla Camera. Sono grato che lo facciano per noi, ma mi fa anche molto pensare” ha spiegato Zorzi alla giornalista di Open.

Potrebbe interessarti anche >>Il Paradiso delle Signore, nuova stagione: Salvatore e Irene preparano qualcosa di grosso

Da ragazzo gay che viaggia molto all’estero, non nego di aver provato spesso imbarazzo nel dovermi confrontare su questi temi con i coetanei di altri Paesi. […] Mi è capitato di parlare della situazione italiana della comunità Lgbtq+: mi guardavano con lo sguardo di chi si domanda se l’Italia fosse ancora nell’era della scoperta della ruota” ha poi spiegato con delusione in viso Tommaso.

Preferisco non sapere quali retroscena ci siano dietro scelte del genere perché se li sapessi credo cambierei direttamente Paese” ha concluso, riferendosi al discorso di Renzi.