“Mi ha spinto a suicidarmi”: la confessione scioccante di Ema Stokholma, un passato di follia

La terribile confessione di Ema Stokholma, speaker radiofonica e scrittrice, ha sconvolto tutti. Vediamo il racconto del suo passato di follia.

Ema Stokholma a Venus Club
Ema Stokholma ospite a Venus Club su Italia 1 (Screenshot)

Ema Stokholma è stata ospite di Lorella Boccia a Venus Club su Italia Uno in seconda serata ha raccontato del suo passato di follia.

Una confessione scioccante che ha lasciato tutto il pubblico senza fiato e amareggiato. Con L’occasione, la conduttrice radiofonica ha presentato il libro in cui è contenuto il racconto integrale della sua infanzia e adolescenza Per il mio bene. Il titolo è emblematico del libro che vince il Premio Bancarella e attualmente nelle librerie.

Presenti in studio anche Iva Zanicchi e Mara Maionchi che ha stento frenavano disgusto e lacrime di rabbia. Il grandissimo coraggio di Ema sconvolge tutti iniziando con queste parole: “Mia madre ha spinto a suicidarmi”.

LEGGI ANCHE>>>Stefano De Martino, Mediaset gli affida un ruolo da protagonista: il sogno è realtà

“Sono stata picchiata e mortificata per molto tempo” le parole scioccanti di Ema Stokholma

Ema Stokholma
Ema Stokholma e il suo racconto terribile (Screenshot)

La conduttrice radiofonica presenta il suo libro e anticipa al pubblico parte del passato assurdo che ha raccontato tra le pagine nero su bianco. Ema racconta di sua madre che le spingeva la testa nel water per farla morire e che era capitato la portasse su un ponte incitandola a buttarsi.

Un racconto terribile che non vorremmo mai sentire, un passato di maltrattamenti e botte anche a suo fratello che la indotta a 15 anni a scappare di casa. Le sue parole rimbombano nello studio in silenzio senza che nessuno riesca ad emettere fiato.

POTREBBE PIACERTI ANCHE>>>Sangiovanni e Giulia, la confessione è bollente: “Adesso non lo voglio più”

Ema volta pagina e chiude il cerchio imprimendo nero su bianco quel passato non come un gesto per autocommiserarsi ma anzi come un punto dal quale ripartire. La neo scrittrice è una donna più forte che prende le distanze da quella madre violenta che ha preso i suoi figli come bersagli della sua rabbia.

“Mia madre aveva bisogno di aiuto” queste le ultime parole della Stokholma che con una lucidità disarmante dà una lezione a tutto il pubblico, raccontando semplicemente la sua sconvolgente storia.