Sposarsi nel 2021 è possibile: tutte le regole approvate dal Governo su invitati, balli e feste

Dal Covid manager, al green pass per tutti gli invitati. Ecco le disposizioni da seguire prima e durante la festa dopo il fatidico “sì”.

Regole matrimoni 2021
Matrimoni 2021/Fonte: Pixabay

Si avvicina l’estate, e forse anche la stagione dei matrimoni. Oggi 21 maggio, il Comitato tecnico scientifico è a lavoro per validare un certificato che permetterà la ripresa del settore delle cerimonie, forse il più colpito dalla pandemia in assoluto. Le celebrazioni saranno permesse anche al chiuso, ci sarà il buffet e si potrà ballare e cantare. Ma non come prima.

LEGGI ANCHE >>> Locali, matrimoni, spostamenti: le regole del governo per le riaperture

Per sposarsi, sarà necessaria un’organizzazione puntigliosa, e a quanto sembra anche piuttosto costosa, che rischia di indurre molte coppie a rimandare ancora il loro “sì “. Andiamo a vedere le regole nel dettaglio.

Green pass per gli invitati e Covid manager

Regole per invitati cerimonia
Cerimonia/ Fonte: Pixabay

Ancora non si sa se ci sarà un limite al numero di invitati. Probabilmente conteranno le dimensioni del posto e se sarà all’aperto o al chiuso. Sicuramente, però, gli sposini non potranno fare a meno del Covid manager, una nuova figura professionale, adoperata anche nel cinema in era Covid-19, che vigili sull’organizzazione e sul rispetto delle regole, così da evitare la formazione di pericolosi assembramenti durante l’evento. Ne servirà uno ogni 50 invitati.

I commensali non saranno obbligati a indossare la mascherina sia all’interno sia all’esterno, ma dovranno rispettare le distanze di sicurezza e mostrare all’ingresso il Green Pass. E’ un documento che dimostra l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dal virus (avvenuta entro sei mesi) o di aver effettuato un tampone nelle 48 ore precedenti. Senza il Green Pass non sarà possibile partecipare all’evento.

Come si svolgeranno i ricevimenti durante i matrimoni?

Ricevimento matrimoni era Covid
Ricevimento matrimoni era Covid/ Fonte: Pixabay

Ogni tavolo dovrà essere posto a due metri di distanza dall’altro. Bisognerà assegnare i posti a sedere, così da evitare confusione . Si potrà scegliere anche di organizzare un buffet, ma in una modalità diversa dal solito: per evitare che gli invitati si accalchino per mangiare, sarà il buffet ad andare da loro. “E’ consentito, fatto salvo il rispetto della distanza interpersonale, un servizio di selezione di alimenti esposti ovvero in modalità show cooking, distribuito dal personale di sala“, c’è scritto nel documento. Si raccomanda inoltre di “proteggere” il cibo da eventuale contaminazione con barriere o assicurando una distanza tra persone e alimenti superiore a due metri. Durante il ricevimento sarà possibile ingaggiare un fotografo che immortali questo giorno speciale: dovrà indossare la mascherina, qualora per esigenze lavorative non riesca a rispettare la distanza di sicurezza.

Non sarà necessario rinunciare al divertimento, ma anche questo sarà a prova di legge. Qualora fosse prevista una zona “bar”, gli invitati dovranno evitare la nascita di file e mantenere le distanze. I cantanti dovranno distare dagli invitati almeno 3 metri, qualora non siano presenti delle barriere antidroplets e indossare la mascherina nelle aree comuni (come ristorante e bagno). Sono consentiti anche balli in pista, ma rispettando la distanza interpersonale di un metro tra non conviventi.