WhatsApp cambia ancora idea sulla privacy: le nuove regole sono rivoluzionarie

Dopo le diverse polemiche sui nuovi termini di servizio, WhatsApp ha deciso di stravolgere tutto: adesso punta sulla trasparenza

WhatsApp (Instagram)
WhatsApp (Instagram)

Tante le polemiche in questo ultimo periodo per via dei nuovi termini di servizio imposti dall’app di messaggistica. WhatsApp avrebbe continuato a funzionare solo se si fosse accettato il fatto che i dati sarebbero migrati dalle chat a Facebook per le inserzioni pubblicitarie.

Molti utenti hanno visto la mossa come un vero e proprio attacco alla privacy, non condividendo l’idea hanno così deciso di passare a Telegram. WhatsApp per qualche mese si è visto completamente mangiato dalla concorrenza, forse questo il motivo che ha spinto il colosso a cambiare strategia, vediamo che cosa inserito di nuovo.

Potrebbe interessarti anche >>Royal Family, Harry combina guai: Lady Diana l’aveva già capito

Le novità riguardano le chat aziendali, quelle private saranno completamente sicure

WhatsApp, (Instagram)
WhatsApp, (Instagram)

In queste ultime ore WhatsApp ha affermato che le chat e le chiamate sono crittografate end-to-end, quindi WhatsApp e Facebook non possono né leggerle, né ascoltarle.

I nuovi aggiornamenti riguarderanno gli account aziendali e le chat con questi ultimi al fine di offrire un supporto migliore a tutti quegli utenti che comprano attraverso i negozi Facebook.

Per rispondere ai clienti, alcune aziende possono ora utilizzare i provider cloud attraverso i quali ospitare tutti i servizi che Facebook intende offrire. Ogni chat sarà etichettata in modo tale da rendere trasparente ogni servizio e attività.

Potrebbe interessarti anche >>Elisabetta Gregoraci e il presunto flirt: finalmente esce allo scoperto

Starà all’utente decidere se volerle contattare o no: gli annunci pubblicitari mirati dipenderanno solamente dalle scelte dell’individuo, non verranno estrapolate informazioni dalle chat con gli amici.

Almeno questo è ciò che ha dichiarato WhatsApp con l’ultimo aggiornamento sulla privacy policy che arriverà a breve.