Sanremo 2022, ipotesi clamorosa: può condurlo una coppia mai vista

Ipotesi clamorosa su chi condurrà Sanremo 2022: potrebbe essere una coppia mai vista ma composta da due assi della televisione italiana.

Sanremo 2022 coppia
Il conduttore di Sanremo 2021 Amadeus (Getty Images)

Le voci continuano a rincorrersi ma non si sa ancora nulla su chi condurrà Sanremo 2022. Ma intanto qualcosa di nuovo sta per accadere. La creazione di una coppia inedita che potrebbe ritrovarsi a condurre Sanremo 2022. Un esperimento mai visto prima, che sembra fatto apposta, e che vedrà assieme due assi della televisione targata Rai.

Potrebbe toccare a proprio a loro il compito difficilissimo di rimpiazzare uno come Amadeus, che nelle vesti di direttore artistico ha fatto salire sul palco dell’Ariston artisti giovanissimi, molti dei quali appartenenti all’underground musicale italiano, portando una ventata d’aria fresca nel mondo un po’ ingessato del Festival.

Di Amadeus non si discute nemmeno la conduzione, coadiuvata in maniera impareggiabile dal quel funambolo di Fiorello. Non è un caso quindi che il suo nome sia tornato di moda. Secondo un’indiscrezione apparsa sul settimanale Oggi, i vertici di viale Mazzini stanno premendo affinché Amadeus torni su suoi passi, e a quanto pare attendono a breve una risposta.

Nonostante le speranze, l’esito positivo è tutt’altro che certo, e la Rai non può non aver un asso nella tasca, anzi due, come suggerisce la novità annunciata di recente.

Potrebbe interessarti – Sanremo 2022, l’ultima ipotesi ha dell’incredibile: pubblico già in estasi

Sanremo 2022, una coppia mai vista per la conduzione : la Rai ci sta provando

Sanremo 2022 coppia
Festival di Sanremo 2021 (screenshot instagram)

È notizia di questi giorni il fatto che in viale Mazzini, sebbene per un singolo evento, abbiano deciso di dar vita a un duo inedito. Un esperimento che potrebbe essere finalizzato a valutare la resa della coppia in proiezione futura. E il futuro potrebbe chiamarsi Sanremo.

Mara Venier condurrà la finale della 63^ edizione de Lo Zecchino d’Oro affiancata da Carlo Conti. L’appuntamento è in programma domenica 30 maggio, nella fascia pomeridiana, subito dopo Domenica In.

A ben vedere sembra un dispiegamento di forze esagerato per Lo Zecchino d’Oro. Ed è proprio questo a insospettire. Da una parte c’è Zia Mara, dominatrice assoluta dello scontro domenicale tra la Rai e Mediaset. Mara è campionessa di ascolti con Domenica In, surclassando costantemente la rivale Barbara D’Urso. La conduttrice veneta pare stia vivendo una seconda giovinezza artistica.

Potrebbe interessarti – Sanremo 2022, svolta clamorosa su Amadeus: arriva la decisione definitiva

Dall’altra parte c’è Carlo Conti, da decenni uomo di punta della tv di stato. È vero, il suo Top 10 non sta andando bene, ma la bravura di Conti non si discute. Inoltre ha al suo attivo la direzione artistica e la conduzione del Festival di Sanremo per le edizioni 2015, 2016 e 2017.

Metterli assieme sembra una scelta studiata a tavolino. Il Festival Internazionale della canzone del bambino è la versione i miniatura del Festival di Sanremo, e vista la sua esperienza, Conti avrebbe la possibilità di istruire Mara, spiegandole come si gestiscono tempi e modi di un gara canora.

Quale migliore occasione per mettersi alla prova, trovando l’affiatamento necessario per puntare al palco dell’Ariston. Mara e Carlo hanno tutto per fare bene. Infatti non è un caso che sui due, presi singolarmente, le voci sull’approdo in terra ligure girino già da un po’. Amatissimi dai telespettatori, uniscono simpatia e competenza. La combinazione vincente per  avere successo sul palco più ambito e difficile d’Italia.