“Non dovrebbe essere in Parlamento”: Elodie furiosa, attacco al senatore leghista

La nota cantante Elodie ha lanciato una forte accusa nei confronti di un senatore leghista e membro del Parlamento italiano. 

Elodie
La cantante Elodie (GettyImages)

Lo scorso 4 novembre è stata approvata, da parte della Camera dei Deputati, la legge Zan. Quest’ultima prende il nome dal ministro Alessandro Zan, deputato del PD e fervente attivista Lgbt. La suddetta legge ha come obiettivo quello di proteggere i disabili, le donne e le persone omosessuali dai crimini d’odio. Reati che, negli ultimi anni, sono aumentati in modo esponenziale. Nei prossimi giorni, questa dovrà essere discussa dal Parlamento italiano ma intanto continua a scatenare aspre polemiche soprattutto vista la presa di posizione di alcuni ministri. L’ultima ha visto coinvolto il senatore leghista Simone Pillon e la cantante Elodie. Quest’ultima ha preso l’importante decisione di intervenire pubblicamente con una chiara e precisa accusa sui social.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> “Non ha fatto il pollaio con la Meloni”: Tommaso Zorzi e la polemica feroce sulla Legge Zan

Elodie, la stoccata al ministro Pillon

Elodie
Elodie (GettyImages)

Il ministro leghista Pillon è un sostenitore del Family Day e da anni sostiene questa sua causa attraverso i propri canali social. E non solo perché è da sempre impegnato nella lotta contro l’aborto e la famiglia formata da persone dello stesso sesso. Nelle ultime settimane si è anche concentrato sul Festival di Sanremo definendolo come un “ossessivo gay pride”. Al centro della sua ultima crociata sarebbe finita proprio la legge Zan contro cui il ministro ha sottolineato di volersi fermamente battere. Parole che hanno scatenato la polemica social di Elodie. L’artista, non solo è stata tra le protagoniste dell’ultimo Festival, ma da anni si batte per assicurare i diritti civili. In questa categoria rientra proprio la lotta all’omofobia e alla violenza sulle donne.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> “Tacciatemi…sono boomer”: la lezione di Tommaso Zorzi, quello che non va fatto su Instagram

La cantante ha deciso di agire attraverso i propri profili social. Attraverso una stories del suo profilo Instagram, Elodie ha riportato alcune parole del ministro ed ha poi sottolineato che: “Questa gente non dovrebbe essere in parlamento. Questa gente è omotransfobica”. In aggiunta l’artista ha sottolineato che persone come queste sono “indegne”. Una vera e propria stoccata che di certo non è passata inosservata ed a cui tutti si chiedono se adesso lo stesso ministro vorrà rispondere.