“Mi hanno reso la vita difficile”: Akash Kumar la dolorosa confessione sul passato lascia di sasso

Il modello Akash Kumar decide di raccontare episodi dolorosi del suo passato in diretta Instagram, “Non sono quel che pensate voi”.

Akash Kumar
Akash Kumar (Instagram)

Akash Kumar è il nome del momento. Dalla brevissima partecipazione all‘Isola dei Famosi, il modello ha reso ancora più noto il suo volto. Nonostante si parli tanto di lui, non è un personaggio tanto apprezzato dal pubblico italiano. E’ stato eliminato dopo appena le prime due puntate, considerato arrogante e troppo snob.

Nonostante ciò Akash ha deciso di cavalcare comunque l’onda della notorietà. E’ proprio lui infatti a rilasciare continue informazioni e opinioni private sul mondo dello show business e sulla propria vita. Questa volta ha deciso di raccontare un episodio che ha segnato il suo passato, anche se già molte volte aveva già parlato in interviste tv del suo trascorso turbolento.

Attualmente Akash si trova in isolamento: dovranno passare due settimane dall’uscita del reality per poter rientrare in Italia. Se tornerebbe a vivere a Verona? No. Questa la risposta più che certa del modello. Un’infanzia non facile ha segnato il suo passato con ricordi da lasciar chiusi nel cassetto.

Potrebbe interessarti anche >>“Mi sento intrappolata”: Rosalinda Cannavò in difficoltà, lo sfogo su Instagram

Akash Kumar racconta il suo passato, l’episodio violento non sarà facile da dimenticare

Akash Kumar
Akash Kumar (Instagram)

Amo Verona, ma non i veronesi“. Questa la giustificazione alla risposta secca sul trasferimento. Akash non vorrebbe mai ritornare nella sua città d’infanzia, troppi i ricordi che lo turbano. “Molti ragazzi da piccoli mi rendevano la vita difficile” ha spiegato il ragazzo.

Non voglio fare di tutta l’erba un fascio, però tanti mi hanno fatto cose brutte” ha confessato durante una diretta. Forse la risposta al suo carattere così indisponente è da ricercare proprio nell’esperienze passate. “Sono stato picchiato da 6 ragazzi e hanno anche distrutto la macchina” ha detto senza vergogna il modello.

Potrebbe interessarti anche >>Il principe Carlo è davvero il padre di Harry? Ecco la verità

Ma non solo violenza fisica, anche psicologica: tanti gli attacchi razzisti nei suoi confronti, i ragazzi lo prendevano in giro isolandolo solo per il colore della sua pelle. “Quando ti chiamano nero non è bello, ho subito bullismo vero“, forse è da ritrovare nascosta tra le parole la sua voglia di riscatto, il cambiamento del colore dei suoi occhi, fino alle centinaia di copertine con le sue foto. “Non sono quello che pensate voi, faccio anche tanta beneficenza, so cosa ho passato“.