Il vaccino Sputnik arriva in Italia: accordo con la regione Campania

Ci sarebbe un accordo con la regione Campania che permetterebbe l’arrivo del vaccino russo Sputnik in Italia

Vincenzo De Luca
Il presidente della Campania Vincenzo De Luca (Getty Images)

Mentre proseguono incessantemente le polemiche italiane sull’approvvigionamento dei vaccini Pfizer, Moderna e soprattutto AstraZeneca, si attende il sì dell’Ema per l’approvazione del vaccino russo Sputnik.

C’è grande attesa in Italia: ottenere un altro nulla osta, permetterebbe all’Italia di dare una scossa alla campagna vaccinale, accelerando di gran lunga i tempi. C’è chi però ha deciso di spezzare gli indugi, trovando un rapido accordo per l’acquisizione delle dosi del vaccino russo.

LEGGI ANCHE >> Speranza: “Dopo il 6 aprile ancora sistema colori. Vaccinazione anche nelle farmacie”

Infatti, la Campania potrebbe comprare il vaccino russo Sputnik. Vaccino che da mesi è al centro di un dibattitto sulla sua efficacia. Però è anche vero che i dati pubblicati dalla rivista The Lancet dicono che è sicuro e abbia addirittura una efficacia superiore al 90%. La mossa del Presidente della Regione Vincenzo De Luca sembra imitare quello che fece la Gran Bretagna con Astrazeneca. Lo scopo è quello di mettere da parte il vaccino e averne in quantità necessaria al bisogno.

Sputnik in Campania: adesso manca solo il sì di Ema e Aifa

governo draghi covid
C’è l’accordo tra la Campania e il fondo russo per lo Sputnik (GettyImages)

A portare avanti le trattative in queste settimane è stata la Soresa, società per azioni della Regione che sta gestendo anche le prenotazioni per le vaccinazioni. La società ha avviato una consultazione con undici operatori economici risultanti allo stato di potenziali produttori del vaccino. Li ha invitati a manifestare la disponibilità a fornire il loro vaccino alle condizioni rappresentate dalla Campania.

Il riscontro alla richiesta è stato trasmesso da un solo operatore economico, il quale ha manifestato la disponibilità alla fornitura del vaccino anti Covid-19. Si tratta di Human Vaccine, rappresentato dal fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif), con la quale Soresa ha poi chiuso l’accordo per la fornitura delle dosi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >> Piano vaccini, Figliuolo : “Accelerazione da aprile con Johnson&Johnson , 500mila dosi al giorno”

Comunque, il contratto sarà finalizzato solo quando l’Agenzia europea del farmaco, che ha programmato una missione per ispezionare i siti di produzione, avrà dato il via libera. Per l’appunto, la conseguente fornitura è subordinata al sì di Ema e Aifa al vaccino russo. Intanto lo Sputnik e il vaccino di Oxford-Astrazeneca sono al centro di una sperimentazione in cui sono combinati. I risultati intermedi delle prove della combinazione dovrebbero essere disponibili tra circa due mesi.