“Ti devo ancora un mazzo di fiori”: Tommaso Zorzi e Giorgia Meloni, retroscena insospettabile

Continua a far discutere la puntata di ieri sera del Maurizio Costanzo Show: salta fuori un retroscena tra Tommaso Zorzi e Giorgia Meloni.

tommaso zorzi giorgia meloni maurizio costanzo show
La deputata Giorgia Meloni (Getty Images)

La prima puntata della nuova edizione del Maurizio Costanzo Show continua a far discutere. La presenza in contemporanea di Giorgia Meloni e Tommaso Zorzi infatti ha fatto molto discutere. L’influencer milanese infatti è l’ideatore del tormentone “Io sono Giorgia“, che ha spopolato sui social network. Quando i due si sono incontrati sul palco è venuto fuori un retroscena interessante.

Zorzi infatti ha avuto la possibilità di fare una domanda alla leader di Fratelli d’Italia durante l’Uno contro tutti. Prima che l’influencer potesse parlare però la Meloni ha voluto ringraziarlo per la creazione di quel tormentone. La deputata infatti ha promesso di mandargli un mazzo di fiori come ringraziamento e ha poi scherzato sulla possibilità di inviargli i testi di altri comizi. L’influencer quindi le ha sorriso e ha risposto: “Aspetterò i fiori, allora“.

LEGGI ANCHE >>> “Provo una grande invidia”: Tommaso Zorzi squarcia il velo, la verità che brucia

Zorzi e l’occasione persa per parlare di omotransfobia con la Meloni

tommaso zorzi giorgia meloni maurizio costanzo show
L’influencer Tommaso Zorzi (Twitter)

L’intervista a Giorgia Meloni nella prima puntata del Maurizio Costanzo Show ha toccato numerosi argomenti. Gli attivisti e le attiviste LGBTI però hanno subito notato l’assenza di un argomento decisamente forte: la legge contro l’omotransfobia, oggi ferma al Senato. Molti spettatori infatti si aspettavano che Tommaso Zorzi tirasse fuori l’argomento, magari con una domanda spinosa alla Meloni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Non ha fatto il pollaio con la Meloni”: Tommaso Zorzi e la polemica feroce sulla Legge Zan

La domanda però non è arrivata, e così l’argomento è passato in sordina. Di conseguenza il mondo dell’attivismo LGBTI si è scagliato duramente contro l’influencer. In molti infatti gli rinfacciano di aver conversato amabilmente con una delle maggiori oppositrici della legge Zan. Zorzi ha risposto sui social, sostenendo che quello non fosse il palcoscenico adatto. La realtà però, secondo le attiviste e gli attivisti, è diametralmente opposta: il Maurizio Costanzo Show era il palco perfetto per trattare l’argomento, visto il pubblico che lo segue. Un’occasione mancata per Zorzi, che ha accusato il primo vero calo di popolarità dopo la vittoria al GF Vip.