Rocco Casalino e l’ultima provocazione al M5s: apertura a sorpresa a Berlusconi

Intervistato da Pinuccio di Striscia la Notizia, Rocco Casalino lancia la sua ultima provocazione al M5s: farebbe il portavoce di Berlusconi. 

 Rocco Casalino provoca il m5s aprendo a Berlusconi

Rocco Casalino, ex portavoce di Conte (Screenshot)

In queste ultime settimane l’ex portavoce di Conte è conteso dai giornali e dalle televisioni. Nell’ultima sua apparizione televisiva, ospite di Striscia la Notizia, Rocco Casalino ha espresso quella che sembra una provocazione nei confronti dei Cinquestelle. 

Intervistato da Pinuccio ha dichiarato la sua disponibilità a fare il portavoce di Silvio Berlusconi. Parole dure, invece, dell’ex portavoce, contro Renzi e la Boschi ai quali non ha ancora perdonato la caduta del Conte -bis.

 

Potrebbe interessarti – Nuovo piano vaccini, cosa vuol fare Draghi per dare un’accelerata

Rocco Casalino provoca il M5s: “Farei il portavoce di Berlusconi”

Rocco Casalino provoca il m5s aprendo a Berlusconi
Rocco Casalino intervistato da Pinuccio – Screenshot

L’intervista rilasciata a Pinuccio, inviato di Striscia la Notizia, offre più di una sorpresa. Rocco Casalino ha dichiarato la sua disponibilità a fare il portavoce di Berlusconi. Un’apertura verso il Cavaliere che suona come una provocazione contro il M5s.

Se lavorare per il fondatore di Forza Italia non gli dispiacerebbe, Casalino è di tutt’altro avviso se gli venisse offerta la possibilità di collaborare con Matteo Renzi.

Per due milioni di euro lo farei, perché l’immagine pubblica di Berlusconi si può recuperare, quella di Renzi è irrecuperabile“, ha ammesso l’ex portavoce, incalzato dalle domande di Pinuccio.

Potrebbe interessarti – Twitter e vaccini anti-Covid: in arrivo misure rigidissime per chi fa disinformazione

Casalino ha ancora il dente avvelenato contro quelli che evidentemente considera i rottamatori del  presidente Conte. Non manca infatti di lanciare una stoccata anche contro Maria Elena Boschi. Secondo lui la deputata renziana è “corresponsabile di una delle più grosse immoralità del nostro Paese, cioè aver creato una crisi di governo al buio in un momento di pandemia”.

A sorpresa invece Casalino esprime un giudizio positivo nei confronti di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, che secondo lui viene “dipinta peggio di come è”.