Usa: arresto bambina afroamericana, video-shock sulle violenze

Polizia arresta una bambina afroamericana con problemi mentali, era in preda ad una crisi: il video shock con manette e spray.

Polizia americana
Polizia americana (Getty Images)

Si acuiscono le polemiche negli Usa contro la violenza delle forze armate. L’episodio è avvenuto a Rochester, cittadina dello Stato di New York. Era proprio lì che nel marzo scorso si schierarono enormi gruppi di protesta: le manifestazioni erano in merito alla morte di Daniel Prude: un afroamericano che aveva problemi mentali. L’uomo era stato tenuto a terra con forza da alcuni poliziotti, gli tenevano il capo coperto con un cappuccio dopo che egli aveva sputato contro uno di loro; affermava di avere il Covid per essere liberato.

Non è la prima manifestazione contro la violenza della polizia americana, e non sarà neanche l’ultima. Si sono appena riaperte le polemiche per un altro caso scoppiato a New York: questa volta si tratta di una bambina afroamericana con problemi mentali arrestata con violenza dai poliziotti.

Potrebbe interessarti anche >>Morte Astori, è arrivato l’esito della perizia del Tribunale

Arrestata una bambina, polemica sulla violenza della polizia americana

Bambina afroamericana arrestata vittima di violenze
Bambina afroamericana arrestata vittima di violenze

Un video mostra agenti di polizia americani ammanettare e usare spray al peperoncino contro una bambina afroamericana di nove anni in preda ad una crisi psichiatrica. Ha fatto subito scattare le polemiche: “hanno usato troppa violenza, era una bambina in crisi” dicono i cittadini.

Le immagini relative al nuovo episodio, riprese dagli stessi agenti e diffuse dalla polizia, riguardano appunto l’arresto di una bambina di nove anni che era in stato di crisi psichica e minacciava di uccidere sua madre per poi suicidarsi.

Nel video si riprendono i poliziotti che la ammanettano e usano contro di lei uno spray urticante cercando di farla salire su un’auto della polizia. Gli agenti hanno detto di essere stati “obbligati” ad usare questi sistemi, non solo per tutelarsi ma anche per garantire la sicurezza stessa della bambina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>Ragazza uccisa per strada mentre era con il fidanzato: è caccia all’uomo

La sindaca afroamericana di Rochester, Lovely Warren, ha condannato l’uso della forza contro una bambina, annunciando che ci sarà una seria inchiesta interna. “Sono io stessa madre di una bambina di 10 anni e in quanto madre dico che questo video non è qualcosa che vogliamo vedere“.