Omicidio di Bolzano, il figlio Benno si costituisce durante la notte

Aggiornamenti sulle indagini della coppia trovata morta a Bolzano, il figlio Benno ha deciso di costituirsi. Adesso si aprirà il processo.

Coppia di Bolzano
Coppia di Bolzano

E’ di un pò di giorni fa la tragica storia della coppia uccisa e poi nascosta a Bolzano. Era stato messo subito tra gli indagati il figlio Benno Neumair perché aveva già dato segni di squilibrio a scuola; ultimamente il rapporto con i genitori era decisamente peggiorato. Il ragazzo però negava l’accusa, durante l’interrogatorio era stato impossibile farlo confessare. Per 25 giorni il ragazzo non ha parlato di omicidio, ma aveva dato già segni di violenza contro una professoressa.

Sono arrivati oggi gli aggiornamenti, durante la notte il ragazzo ha deciso di costituirsi. La coppia è scomparsa lo scorso 4 gennaio e il ragazzo trentenne non è riuscito più a tenersi il peso delle colpe: si sarebbe costituito nella notte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>Il giallo di Bolzano: la svolta nelle ultime ore

Benno Neumair si costituisce, adesso è in carcere

Benno Neumair
Benno Neumair

Il ragazzo dopo 25 giorni non è riuscito più a mantenere i nervi saldi, i sensi di colpa sono saliti a galla e così ha deciso di costituirsi durante la notte dopo aver avuto un contatto con la Procura. Attualmente Benno si trova nel carcere di Bolzano in via Dante.

“A seguito di alcuni recenti elementi acquisiti nel corso delle indagini” la Procura di Bolzano ha fermato Neumair Benno, indiziato di duplice omicidio ed occultamento dei cadaveri dei genitori Neumair Peter e Perselli Laura. Dopo che si è costituito “nei termini processuali previsti dall’art. 390 c.p.p. verrà richiesta la convalida del fermo al giudice per le indagini preliminari.

Potrebbe interessarti anche >>Marco Vannini: la storia, il movente dell’omicidio e il processo bis

“A tutela delle indagini e del diritto di difesa allo stato non possono essere comunicate ulteriori informazioni”, si legge nella nota della Procura. Aspettiamo la pubblicazione degli aggiornamenti processuali.