Carmagnola, uccide moglie e figlio e si lancia dal balcone

A Carmagnola, in provincia di Torino, un uomo di 39 anni ha ucciso la moglie e il figlio di 5 anni, poi si è lanciato dal balcone fratturandosi lo sterno.

Carmagnola uccide moglie figlio
Carmagnola, uccide moglie e figlio

Ancora una tragedia familiare. Ancora il folle gesto di un uomo che non riesce ad accettare la separazione da sua moglie.

Il tragico episodio è accaduto a Carmagnola, in provincia di Torino. L’uomo, Alexandro Riccio di 39 anni, ha ucciso la moglie e il figlio che aveva solo 5 anni. Poi si è lanciato dal balcone di casa, al secondo piano, tentando il suicidio.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che hanno trovato l’uomo riverso per terra, nel cortile del condominio. Al momento Alexandro Riccio è ricoverato al Cto di Torino, ma non è in pericolo di vita.

Potrebbe interessarti – Ennesimo femminicidio in Italia: accusato un bracciante 46enne

Carmagnola, uccide moglie e figlio dopo una lite furibonda

Carmagnola uccide moglie figlio
Carmagnola, uccide moglie e figlio – (Getty Images)

Secondo una prima ricostruzione, la moglie,  Teodora Casasanta, anche lei di 39 anni, operatrice socio sanitaria, aveva deciso di lasciarlo. Ma l’assassino, non accettando la decisione della moglie, avrebbe reagito in maniera folle colpendola a morte assieme al figlio, il piccolo Ludovico. Poi, nel tentativo di suicidarsi, si è lanciato dal balcone, riportando una frattura composta allo sterno.

L’allarme è stato lanciato nel cuore della notte, attorno alle 3, dai vicini che sono stati svegliati dalle urla scatenate dal litigio scoppiato tra marito e moglie. Sul posto sono subito intervenuti i Carabinieri della compagnia di Moncalieri e del nucleo investigativo del comando provinciale.

Potrebbe interessarti – Tragedia a Bari: ancora una vittima giovanissima, non si esclude la pista suicidio

Al momento Alex Riccio è piantonato dai militari dell’Arma in ospedale, in stato di fermo. Una volta entrati in casa gli investigatori si sono trovati difronte a una scena che hanno definito “agghiacciante”. Secondo le prime ricostruzioni, il Riccio non avrebbe precedenti penali.