Nuovo Focolaio Covid: protagonista un’Rsa abusiva posta sotto sequestro

Un nuovo focolaio covid, ancora una volta in una casa di cura per anziani. L’Rsa è stata posta sotto sequestro dai Nas poiché abusiva. 

casa di cura abusiva
casa di cura abusiva

Era di ieri la notizia del nuovo focolaio a Grottaferrata, alle porte di Roma. Parlavamo di 40 positivi e 4 decessi. Oggi è stato scoperto ancora un nuovo focolaio in Abruzzo nel Teramano, sempre in una casa di cura. In realtà le positività al Covid erano state scoperte qualche tempo prima ma ancora non si era parlato di focolaio. La situazione si è acuita ieri, quando sono andate avanti le indagini sulle Rsa italiane relative alle positività covid.

La casa di cura era una struttura per anziani non autosufficienti in Abruzzo. Le positività riguardano una ventina di pazienti, ma anche il personale risulta essere stato contagiato. Nella struttura in questione gli ospiti contagiati sono stati trasferiti negli ospedali della zona. I quattro decessi riguardanti due donne e due uomini sono avvenuti negli ospedali di Teramo e Giulianova (Teramo). Adesso la struttura è stata posta sotto sequestro poiché attraverso le indagini è venuto fuori che si trattava di una Rsa abusiva.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>Nuovo focolaio Covid vicino Roma: 40 i positivi, alcuni deceduti

Rsa posta sotto sequestro, operatori come ‘braccianti agricoli’

Casa di cura abusiva
Casa di cura abusiva

La struttura è stata sequestrata dalla squadra dei Carabinieri del Nas di Pescara. Nel corso delle indagini è stato accertato che al posto di una dichiarata “fattoria sociale”, vi era in realtà una residenza per ospiti anziani  non autosufficienti e con disagi psicofisici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>Perché abbiamo rischiato di andare alle olimpiadi di Tokyo senza bandiera

Il personale addetto all’assistenza era privo di specifiche qualifiche assistenziali e risultava inquadrato come ‘braccianti agricoli’ poiché privi di titoli sanitari. Gli ospiti sono stati tutti trasferiti in altre strutture sanitarie idonee. Sequestrate confezioni di farmaci per trattamenti di patologie. In arrivo gli aggiornamenti da parte degli investigatori, le positività sono tutte sotto controllo.