Vaccino Covid-19, è iniziato il conto alla rovescia

Sono arrivate questa mattina all’Ospedale Spallanzani di Roma le 9750 dosi del farmaco anti-Covid, assegnate all’Italia dall’Europa. I primi ai quali saranno somministrati, saranno come previsto, gli operatori sanitari e gli ospiti delle Rsa.

Il camion dei vaccini scortato dalla polizia (Getty Images)

Vaccino Pfizer: da Pratica di Mare in tutta Italia

Partite dalla fabbrica della Pfizer in Belgio, le fiale sono giunte questa mattina nella Capitale, scortate dalle forze dell’ordine e conservate in celle frigorifero ad una temperatura inferiore ai 75 gradi. Le dosi assegnate a regioni più lontane, sono state invece trasportate presso l’Aeroporto di Pratica di Mare, nei pressi di Roma, dove verranno poi smistate nel resto del Paese.

“Intravediamo il primo spiraglio di luce dopo una lunga notte”- le parole del Commissario per l’Emergenza Domenico Arcuri che ha parlato di ‘giornata simbolica ed emozionante’. “Siamo convinti che i cittadini comprenderanno l’importanza di questo momento” – ha concluso Arcuri -.

I vaccini verranno suddivisi secondo i numeri della pandemia. Ecco perché alla Lombardia spetterà la quantità maggiore (1620); a seguire toccherà all’Emilia Romagna, con 975, ed infine il Lazio con 955. Tra le regioni che usufruiranno del maggior numero di dosi, anche il Piemonte, con 910 e il Veneto, 875.

 

PER APPROFONDIRE LEGGI il  comunicato stampa del Ministero della Salute

 

 

Le Asl e le aziende ospedaliere del Lazio partiranno due giorni dopo: in totale saranno 955 gli operatori sanitari coinvolti, 280 nelle provincie, 560 a Roma, 115 tra le unità mobili Uscar e l’Ares. Lo fa sapere attraverso il bollettino regionale, la stessa Regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *